Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 17:09

Sannicandro - Ergastolo per l'omicidio Mariani

Gianni Campanella, 27 anni, era amico di Domenico Mariani, che a 24 anni di età - nel 2003 - fu ucciso a coltellate: il suo cadavere fu poi bruciato. Lo avrebbe ammazzato durante un litigio. Sentenza dopo un rito abbreviato
BARI - Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Bari Marco Guida ha condannato alla pena dell'ergastolo il presunto assassino di Domenico Mariani, l'operaio di 24 anni il cui corpo fu trovato carbonizzato il 6 agosto 2003 nel locale interrato di un edificio in costruzione nel centro storico di Sannicandro di Bari, nel barese.
La condanna alla massima pena (con esclusione dell'isolamento diurno) è stata inflitta all'amico della vittima, il ventisettenne Gianni Campanella, che è stato giudicato con rito abbreviato. Campanella è stato riconosciuto colpevole oltre che di omicidio volontario (con l'esclusione della premeditazione), di distruzione e occultamento di cadavere e di calunnia. Quest'ultimo reato gli viene contestato per aver accusato del delitto altre due persone.
Secondo il Pm inquirente Emanuele De Maria, che aveva chiesto la condanna alla massima pena, Mariani fu ucciso a coltellate dall'amico durante un diverbio il 5 agosto 2003; poi il corpo fu trasportato in un locale interrato dove l'assassino gli diede fuoco utilizzando liquido infiammabile e alcuni cartoni. L'imputato è stato condannato a risarcire i familiari della vittima, costituitisi parte civile nel processo: il danno sarà liquidato in sede civile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione