Cerca

Martedì 19 Settembre 2017 | 17:24

Arrestato albanese con refurtiva a Bari

Stava cercando di imbarcarsi su un traghetto diretto a Valona portando con sè 133 telefoni cellulari, macchine fotografiche, 43 gioielli, 14 orologi, una videocamera e due televisori, tutti risultati di provenienza furtiva
BARI - Un cittadino albanese, Agron Lika, di 34 anni, è stato arrestato per aver cercato di imbarcarsi per l' Albania portando con sè 133 telefoni cellulari, macchine fotografiche, 43 gioielli, 14 orologi, una videocamera e due televisori, tutti risultati di provenienza furtiva.
L' uomo, che è stato arrestato in esecuzione di un' ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Bari, è stato rintracciato a Terni dove risiede. Lika fu bloccato da agenti della polizia di frontiera il 18 settembre del 2003 mentre, alla guida della sua Bmw, stava per imbarcarsi su un traghetto diretto a Valona (Albania). In quella circostanza fu lasciato andare e denunciato. Dopo accurate indagini, che sono state laboriose per i cellulari privi di schede Sim, gli agenti hanno accertato che tutta la merce che era nell' automobile dell' uomo era di provenienza furtiva: gli oggetti erano stati rubati in vari comuni dell' Umbria e delle Marche nel corso di 71 furti in appartamento compiuti nell' estate del 2003. (ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione