Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 21:41

Abiti «falsi d'autore» nel Barese, due denunce

Il sequestro da parte della GdF di Molfetta. Centinaia i capi d'abbigliamento contraffatti, venduti anche fino a 250 euro in meno del prezzo di mercato, se originali
BARI- Centinaia di capi di abbigliamento contraffatti sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Molfetta, in provincia di Bari. I controlli sono partiti dai sospetti dei militari che hanno notato nelle vetrine di alcuni negozi a Molfetta e Bisceglie giubbotti e maglioni di marchi molto noti, venduti a un prezzo inferiore a quello di mercato, anche fino a 250 euro in meno. Immediate le perquisizioni e i controlli incrociati per risalire ai fornitori. E infatti è saltata fuori una industria di confezioni. I finanzieri hanno scoperto loghi, programmi per la stampa dei marchi, maglioni, felpe e giubbotti, tutti contraffatti.
Due persone sono state denunciate. La Guardia di Finanza, avvalendosi anche dei periti messi a disposizione dalle case di moda danneggiate, ha accertato subito la non autentiticitàdei marchi, rilevando una scadente qualità del tessuto, forse di provenienza cinese. Per il resto fogge e colori erano del tutto simili agli originali. I capi avevano invaso il mercato. La loro diffusione era capillare e allo stesso tempo anomala, considerando il costo degli originali solitamente venduti in esclusiva in pochi e ricercati negozi. La Guardia di Finanza ritiene di aver bloccato un giro di affari di migliaia di euro. Le indagini sono solo all'inizio. Le dimensioni del fenomeno dei "falsi d'autore" sono impressionanti e danneggiano notevolmente l'economia legale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione