Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 02:09

Incastrato dal Dna presunto attentatore a Lecce

Agenti della polizia hanno identificato il presunto esecutore materiale dell'attentato compiuto un anno fa a Lecce, al negozio per animali «Cucciolandia», nel quale rimasero feriti due ragazzini di dodici e tredici anni
LECCE - E' stato tradito da alcuni mozziconi di sigaretta lasciati, dopo aver fumato nervosamente, davanti all'esercizio commerciale dove stava per far esplodere un ordigno rudimentale. Attraverso la saliva lasciata sui mozziconi e dalla descrizione di alcuni testimoni, agenti della squadra mobile di Lecce di polizia hanno identificato il presunto esecutore materiale dell'attentato compiuto un anno fa a Lecce, al negozio per animali «Cucciolandia», nel quale rimasero feriti due ragazzini di dodici e tredici anni.
Si tratta di Alessandro Fuso, di 30 anni, con precedenti penali, di Lecce, che è stato arrestato in esecuzione di un' ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal gip del tribunale di Lecce Ercole Aprile, su richiesta del pm Patrizia Ciccarese.
La sera del 7 febbraio, uno sconosciuto fece esplodere un ordigno rudimentale poco dopo le 22.30, e l' attentato provocò un grande allarme sociale, dal momento che la strada in cui si trova il negozio - Via Gentile, un' arteria centrale della città - era gremita di gente per il fine settimana, e in particolare nell' isolato dove si trovava il negozio per animali perchè situato tra una paninoteca e una farmacia che svolge il servizio notturno. I due ragazzini, entrambi di Surbo, che erano lì insieme ai genitori, riportarono uno una lesione al timpano, e l' altro ferite ad una gamba causate da pezzi di lamiera della saracinesca.
Quella sera alcuni testimoni notarono un giovane, dall' atteggiamento sospetto, che fumava nervosamente sul marciapiede, e riuscirono a fornire una descrizione abbastanza fedele del suo aspetto. Sulla base di questi elementi, e con l' ausilio delle tecniche sofisticate per risalire al Dna, gli investigatori hanno identificato Fuso.
Proseguono le indagini per identificare il mandante dell' attentato. Fuso è stato arrestato in una comunità di recupero di Martina Franca (Taranto) dove si trovava da qualche tempo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione