Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 17:13

Medico violenta sedicenne, arrestato

L'uomo, un nutrizionista di 37 anni tarantino, avrebbe continuamente intimorito, picchiato, violentato, seviziato una ragazza di 16 anni di Massafra che si era rivolta a lui per dimagrire
MASSAFRA (TARANTO) - Avrebbe continuamente intimorito, picchiato, violentato, seviziato una ragazza di 16 anni che si era rivolta a lui per dimagrire: per questo un medico nutrizionista di 37 anni, di Taranto, è stato arrestato oggi dai carabinieri della Stazione di Massafra. L'arresto è avvenuto sulla base di una ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Taranto, Michele Ancona, su richiesta del pm, Mariano Buccoliero.
Il professionista - che ha ottenuto i domiciliari - è stato accusato, con una denuncia, da una ragazza massafrese, all'epoca dei fatti 16enne, che si era rivolta al suo studio per una dieta poichè assillata da qualche chilo di troppo. Dalle dichiarazioni della giovane e dalle indagini svolte, è emerso che il medico era riuscito a instaurare una relazione non paritaria con la sedicenne. Approfittando cioè della sua qualità e del fascino che esercitava sulla ragazza, otteneva rapporti sessuali di ogni tipo. I rapporti avvenivano nel suo studio, in una nota clinica privata dove non venivano risparmiate violenze fisiche fra le quali anche l'uso di un laser medico col quale provocava leggere ustioni sul corpo.
La relazione tra il medico e la ragazzina è nata nel luglio del 2003 ed è terminata agli inizi dello scorso anno: in questo periodo di tempo sono stati inutili i tentativi di ribellione da parte della ragazza. Quando il medico si rendeva conto della situazione, la ragazza veniva continuamente intimorita, picchiata, violentata e minacciata di divulgare la relazione sia a parenti e amici che su riviste o siti pornografici.
La ragazza ha raccontato agli investigatori e al magistrato inquirente di essere stata lusingata, all'inizio, dalle attenzioni del medico, dai modi raffinati, colti, di bell'aspetto. L'uomo si è presto inserito nella vita privata della ragazza cercando di sapere tutto di lei ma la sedicenne, col passare del tempo, si è resa conto che la relazione degenerava sempre di più, soprattutto quando il medico le chiese di coinvolgere anche qualche amica. A questo punto la sedicenne ha avuto il coraggio di raccontare tutto alla madre che l'ha condotta nella caserma dei carabinieri per denunciare quanto accaduto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione