Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 10:01

Omicidio nel Tarantino: fermato un giovane

Si è costituito dai Carabinieri a Francavilla Fontana il 28enne accusato di aver ucciso un uomo e ferito un altro nel piazzale antistante il capannone di un'azienda, ora inattiva, di San Giorgio Jonico. Lite sulla restituzione di un prestito
FRANCAVILLA FONTANA (Brindisi) - Si è presentato alla caserma dei Carabinieri della Compagnia di Francavilla Fontana (Brindisi) Cosimo Rochira, di 28 anni, l'uomo sospettato dell'uccisione di un pregiudicato di 43 anni, Angelo Putignano, compiuta ieri a colpi di pistola nel piazzale antistante il capannone di un'azienda, ora inattiva, di San Giorgio Jonico (Taranto). Nella sparatoria è rimasto ferito un amico di Putignano, Cesario Leuzzi, di 33 anni, anche lui di Francavilla Fontana e già segnalato alle forze di polizia.
Dopo l'interrogatorio, Rochira è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria. Il giovane è indiziato di omicidio volontario di Putignano e del tentativo di omicidio di Leuzzi. Durante l'interrogatorio, a quanto si è appreso, avrebbe ammesso di aver sparato contro i due.
Secondo la ricostruzione fatta dai Carabinieri, Putignano e Leuzzi si erano recati ieri a San Giorgio Jonico su richiesta dei due imprenditori proprietari dell'azienda chiusa, che avevano un incontro con un paio di persone alle quali dovevano restituire un prestito. I due imprenditori avevano chiesto a Putignano e Leuzzi di intervenire per convincere i creditori a concedere una dilazione.
All'improvviso però, sempre secondo la ricostruzione dei Carabinieri, uno dei due creditori aveva estratto dal giubbotto una pistola e, dopo aver fatto fuoco più volte, era fuggito col complice. Putignano era morto sul colpo, mentre Leuzzi era stato soccorso e trasportato all'ospedale di Francavilla Fontana da uno dei due imprenditori.
Il prestito concesso agli imprenditori, e del quale - secondo i primi accertamenti degli investigatori - Putignano, Leuzzi ed i due imprenditori loro amici hanno chiesto la dilazione, ammonterebbe a diverse decine di migliaia di euro.
I Carabinieri hanno informato del fermo il sostituto procuratore presso il Tribunale di Taranto Vincenzo Petrocelli, che dirige le indagini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione