Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 16:10

Nel paese di San Pio si spera nel Papa

A San Giovanni Rotondo si nutre qualche timidissima speranza per una visita di Giovanni Paolo II. Il Pontefice sarà in Puglia per il Congresso eucaristico nazionale
SAN GIOVANNI ROTONDO - A San Giovanni Rotondo, culla dell'apostolato di Padre Pio, si nutre qualche timidissima speranza per una visita del Papa che a maggio è atteso in Puglia per il Congresso eucaristico nazionale che vedrà affluire a Bari vescovi e comunità diocesane da tutta l'Italia. L'invito a tornare a San Giovanni Rotondo i frati cappuccini lo avevano rivolto al Pontefice già per il primo luglio dell'anno scorso quando si inaugurò la nuova chiesa dei frati cappuccini dedicata a San Pio da Pietrelcina e progettata da Renzo Piano ma il Santo Padre non potè partecipare.
Proprio il nuovo tempio ha fatto tornare intanto ad alti livelli l'afflusso di pellegrini al santuario di San Pio da Pietrelcina, ha costituito una potente calamita per il popolo sconfinato dei fedeli innamorati del frate con le stimmate che ha lasciato i segni del suo apostolato soprattutto nella cittadina garganica, uno dei poli religiosi più importanti nel mondo. Proprio nella nuova chiesa, però, si rendono necessari alcuni lavori non completati al momento dell'inaugurazione che ne comporteranno così la chiusura per circa due mesi.
FORTE LEGAME TRA IL PAPA E PADRE PIO
Le speranze sono in realtà timide e nemmeno annunciate. Dal 21 al 29 maggio Bari ospiterà il Congresso eucaristico nazionale. Papa Giovanni Paolo II, anche se ha nominato il presidente della Conferenza episcopale italiano, Camillo Ruini, quale suo inviato al grande evento religioso, ha lasciato aperta la possibilità di una sua presenza per essere vicino all'episcopato ed al popolo religioso.
L'ipotesi di una visita anche a San Giovanni Rotondo è dunque solo una concatenazione di possibilità che potrebbe anche apparire fantasiosa perchè se da una parte Bari e San Giovanni Rotondo sono geograficamente vicine, dall'altra le condizioni fisiche del Santo Padre, il dispendio di energie e l'impegno organizzativo sono fattori preminenti. Il Papa ha però un rapporto speciale con San Giovanni Rotondo e con la figura di Padre Pio che conobbe personalmente quando era prima sacerdote e poi vescovo di Cracovia, ha reso omaggio alla sua tomba, poi lo ha proclamato beato ed infine canonizzato San Pio da Pietrelcina nel giugno del 2002.
«Il Papa a San Giovanni Rotondo? Non se ne sta parlando, certo ce lo auguriamo» è l'auspicio espresso dai portavoce delle comunità religiose al solo balenare di questa ipotesi. «Il Papa è molto legato a San Giovanni Rotondo - dice Giulio Siena, responsabile della comunicazione dell'ospedale Casa Sollievo della sofferenza - lo ha dimostrato anche con la scelta di monsignor D'Ambrosio quale delegato per l'opera di Padre Pio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione