Cerca

Martedì 19 Settembre 2017 | 17:27

Elezioni suppletive: laboratorio Puglia

Domenica e lunedì si voterà a Bari per le elezioni suppletive del Senato. Dopo l'exploit alle primarie di Nichi Vendola tutti gli occhi sono puntati sulla regione dove vanno allo scontro il candidato di centro sinistra, Nicola Latorre, e quello di centro destra, Lello Degennaro
BARI - Domenica e lunedì si voterà a Bari per le elezioni suppletive del Senato: il voto designerà il senatore che dovrà succedere a Giuseppe Degennaro, eletto per la Cdl e scomparso nei mesi scorsi.
Si vota nel collegio Bari 2: il centrosinistra propone Nicola Latorre, braccio destro del presidente dei Ds, Massimo D'Alema; il centrodestra, nel segno della continuità, manda in campo il figlio di Giuseppe Degennaro, Raffaele, chiamato da tutti Lello.
Gli elettori sono 224.009 (109.314 maschi e 114.695 femmine) e voteranno in 300 sezioni ubicate nei Comuni di Bitonto, Bitritto, Capurso, Modugno, Noicattaro, Sannicandro di Bari, Triggiano, Valenzano, e, per Bari, nelle zone di Palese-Santo Spirito, San Paolo-Stanic, Carbonara-Ceglie-Loseto. Si vota domani dalle 8 alle 22 e lunedì dalle 7 alle 15. Subito dopo la chiusura dei seggi comincerà lo scrutinio.

Nicola Latorre, 49 anni, ha lavorato per 10 anni come funzionario di banca, poi come direttore commerciale di un' azienda cooperativa. E' stato capo dello staff di D'Alema nel partito e poi capo della sua segreteria a Palazzo Chigi. Sindaco di Fasano dal 1991 al 1993, collabora con D'Alema nella Fondazione Italianieuropei e dirige l'associazione Futura di cui D'Alema è presidente insieme con Giuliano Amato. E' sostenuto da Ds, Italia dei Valori, Margherita, Movimento Repubblicani europei, Partito dei Comunisti italiani, Partito della Rifondazione comunista, Socialisti autonomisti, Verdi e Sdi.

Lello Degennaro, 41 anni, imprenditore, è laureato in giurisprudenza, è presidente del Gruppo Degennaro, è presidente del consiglio di amministrazione della Libera università mediterranea Jean Monnet, fondata dal padre, ed è presidente del consiglio di amministrazione dell' Interporto regionale della Puglia. Dopo la scomparsa del padre ne ha preso il posto nelle aziende di famiglia e ora tenta di sostituirlo anche in Parlamento. Sostengono la sua candidatura Forza Italia, Alleanza Nazionale e Udc.

Per sostenere Latorre sono arrivati in Puglia tutti i leader dell' Alleanza: Prodi, D'Alema, Rutelli, e Boselli. D'Alema, in particolare, per dare man forte al suo amico Latorre si è trasferito in Puglia per una settimana.
A sostenere la candidatura di Degennaro, il centrodestra ha delegato il viceministro delle infrastrutture, Giudo Viceconte, il senatore forzista Renato Schifani, il sottosegretario Alfredo Mantovano, i ministri La Loggia e Pisanu.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione