Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 13:51

Taranto - Indagati due medici 118

Hanno visitato e dimesso un uomo che accusava forti dolori al petto e che poi è morto poche ore dopo. I familiari della vittima hanno denunciato la vicenda ai carabinieri
TARANTO - Due medici del Pronto soccorso dell'ospedale Santissima Annunziata di Taranto sono indagati con l'accusa di concorso in omicidio colposo per la morte di un uomo visitato ieri sera. La vittima aveva 45 anni. Ieri sera, intorno alle 21, mentre si trovava in casa, ha accusato - a quanto si è saputo - forti dolori al petto. I famigliari hanno chiesto l'intervento del '118' e l'uomo è stato condotto in ambulanza al Pronto soccorso dell'ospedale. Qui i medici lo hanno visitato riscontrando - a quanto si è appreso - uno stato ansioso e rimandando a casa il paziente con una prognosi di due giorni.
Secondo la ricostruzione fatta dagli investigatori, un paio di ore dopo l'uomo ha accusato di nuovo gli stessi dolori, ma questa volta l'intervento del '118' è stato inutile. Quando l'ambulanza è arrivata sotto casa, l'uomo era già morto. I medici del '118' hanno constatato la morte per arresto cardiocircolatorio.
I familiari della vittima hanno denunciato la vicenda ai carabinieri della Compagnia di Taranto, i quali hanno sequestrato la documentazione medica. Il sostituto procuratore presso il tribunale di Taranto Filomena Di Tursi ha quindi fatto notificare informazioni di garanzia ai due medici del Pronto soccorso dell'ospedale Santissima Annunziata che avevano visitato il paziente. Entro domani verrà eseguita l'autopsia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione