Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 04:18

Da Taranto al Papa una scultura per la Pace

Il monumento dell'imprenditore tarantino Cosimo Chiffi. Per concessione del Papa stesso sarà smontata e trasportata a Lecce, dove verrà collocata in una delle piazze principali in ricordo di una giornata
TARANTO - Il «Monumento per la pace», realizzata dall'imprenditore tarantino Cosimo Chiffi è stato trasporto all'interno del Vaticano ed è stato sistemato dinanzi all'ingresso personale del Papa nell'aula Nervi, quella in cui settimanalmente migliaia di fedeli di tutto il mondo ricevono udienza.
L'opera, infatti, sarà donata oggi al Papa per il «suo costante ed instancabile impegno in favore della pace nel mondo». È stata realizzata in circa otto mesi di lavorazione, è nata dall'idea di consegnare un dono unico al Papa, che per la costruzione della pace nel mondo continua a spendere tutto il suo impegno.
La scultura è stata realizzata dall'imprenditore tarantino Cosimo Chiffi su iniziativa dei Lions pugliesi del Distretto 108 AB «Abulia», presieduta da Marcello Viola dell'Associazione «Lions International».
Il «Monumento per la pace» è una struttura veramente imponente, poiché è stata realizzata completamente in acciaio e supera i sette metri di altezza con un peso di 20 tonnellate.
L'opera è un enorme disco d'acciaio sul quale sono stati scolpiti i 10 comandamenti, fondamento della religione cristiana, e sulla sua testa è riportata la scritta «Io sono il Signore Dio Tuo».
Un monumento che Chiffi ha inteso quale imponente simbolo di fratellanza universale e, per questo, vi ha inciso la parola «Pace» in 20 diverse lingue.
Dopo la benedizione, per concessione del Papa stesso sarà smontata e trasportata a Lecce, dove verrà collocata in una delle piazze principali in ricordo di una giornata memorabile per Taranto e sollecitazione perché ognuno s'impegni nella difficile sfida di costruttore di pace.
L'intera cerimonia, su incarico dello stesso distretto 108 «Abulia» dei Lions, sarà ripresa dagli studi di produzione televisive di Taranto «On Air» per realizzare un documentario, quale testimonianza di ogni momento significativo dell'iniziativa: dalla fase di trasporto dell'opera al montaggio, dalla consegna al Papa del «Monumento» alla sua collocazione a Lecce.
Paolo Lerario

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione