Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 20:12

Nasce «Itinerando il Museo per i bambini»

In dirittura d'arrivo un progetto dell'amministrazione comunale, guidata dal sindaco Rossana Di Bello, con i finanziamenti Por. Sorgerà in uno degli antichi palazzi municipali, che si stanno ristrutturando, nella Città Vecchia
TARANTO - I fondi regionali serviranno in quest'occasione a rendere realtà un'esigenza che le città avvertono con sempre maggiore insistenza. Nel capoluogo ionico, perciò, sta per nascere «Itinerando il Museo per i Bambini». L'amministrazione comunale, guidata dal sindaco Rossana Di Bello - con i finanziamenti Por, misura 5.1 - realizzerà un luogo dedicato interamente ai bambini, fatto a loro misura ed adeguato alle loro esigenze.
Il particolare «Museo» sorgerà in uno degli antichi palazzi di proprietà comunale, che si stanno ristrutturando, nella Città Vecchia.
Sarà dislocato su tre piani per un totale di 800 metri quadrati di superficie, sulla quale saranno realizzati percorsi tematici, luoghi della cultura e della fantasia; ambienti in cui provare la realtà, in cui sperimentare la scienza e inventare il proprio futuro. I bambini, con l'attenta guida di personale specializzato, potranno sviluppare l'amore verso il patrimonio naturale e l'attaccamento a quello storico-culturale, in cui incontreranno nuove, seppur antiche, realtà trasformando in gioco anche il più complesso dei procedimenti scientifici.
Il Museo, nello specifico, sarà rivolto ai bambini dai 3 ai 14 anni, che potranno visitarlo singolarmente o attraverso le strutture scolastiche che saranno coinvolte in tutte le iniziative che l'Amministrazione metterà in cantiere all'interno di questo nuovo incubatore.
In questi spazi, ai bambini, che usufruiranno dei percorsi tematici, sarà data, perciò, la possibilità di sviluppare ancor più i cinque sensi.
Nella nuova struttura sono previsti il laboratorio artistico, che consentirà ai bambini di conoscere l'arte giocando attraverso un confronto diretto e manuale con le attività presenti, il laboratorio civico, dove i bambini impareranno con il gioco a conoscere il mondo che li circonda, il laboratorio teatrale, suddiviso in quello delle tradizioni ed in quello naturalistico, in cui i bambini saranno gradualmente avvicinati al mondo della natura.
All'interno del Museo sarà stimolata e privilegiata la manualità e con essa gli ambiti sperimentali saranno i più vari. Gli adolescenti seguiranno un percorso che andrà dalla mucca al latte per sperimentare alcune tecniche tradizionali di lavorazione casearia, mentre altri saranno introdotti alle pratiche di biotecnologie agroalimentari, risalenti ai tempi dei loro bisnonni, oppure affronteranno un percorso didattico che li condurrà alla concreta produzione e alla lavorazione delle fibre tessili e la loro trasformazione in filato.
«L'Amministrazione Comunale - si legge in una sua nota - si appresta quindi ad avviare un nuovo importante progetto, che vede un grande interesse per la popolazione dei più piccoli, per i quali è già disponibile il Parco Cimino e i Giardini Virgilio, mentre sono in fase di ultimazione i Parchi della Felicità, Robinson e del Mirto».
Paolo Lerario

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione