Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 19:13

Bari, la mafia addestra sicari adolescenti

«E'l'unica in Italia ad utilizzare in modo continuo e "professionale" adolescenti, cui insegna l'uso delle armi e che utilizza, come sicari»
E' un passaggio della relazione sull'amministrazione della Giustizia nel distretto della Corte d'appello di Bari che il pg Riccardo Dibitonto, terrà domani nel capoluogo pugliese in occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario.
• Puglia a rischio terrorismo fondamentalista
BARI - «La caratteristica gravemente negativa della criminalità barese è che essa è l'unica in Italia ad utilizzare in modo continuo e "professionale" adolescenti, cui insegna l' uso delle armi e che utilizza, come sicari, quando dimostrano particolari capacità».
E' un passaggio della relazione sull' amministrazione della Giustizia nel distretto della Corte d' appello di Bari che il pg Riccardo Dibitonto, terrà domani nel capoluogo pugliese in occasione dell' inaugurazione dell' anno giudiziario.
«Nei dati esaminati - scrive il pg - colpisce il consistente aumento degli imputati per omicidio doloso e tentato omicidio, che sono quasi raddoppiati nell' ultimo anno, al pari di quelli per reati associativi». Il riferimento è anche alla faida in corso nel Borgo antico di Bari dove è in corso una guerra tra clan mafiosi rivali, alla quale partecipano anche minorenni.
«L' ulteriore effetto negativo - annota Dibitonto - riguarda il distorto sviluppo della personalità di questi minori, che sul piano psicologico subiscono una precoce adultizzazione, per effetto della quale assumono, nei riguardi dei giudici, degli operatori sociali e di quelli penitenziari, comportamenti molto simili a quelli degli imputati adulti. E ciò rende del tutto inefficace il tradizionale intervento di recupero sociale, poichè l' inquinamento mafioso è per lo più in famiglia sicchè, ammesso che si riesca a far mettere in discussione la sub-cultura mafiosa del minore, un tale recupero viene subito cancellato non appena il minore rientri in famiglia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione