Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 03:16

Disco rosso alla lista Fitto

Anche per quella di Formigoni e c'è il ritiro della candidatura Maroni. Sì alle liste di Francesco Storace nel Lazio e di Sandro Biasotti in Liguria
ROMA - Non saranno ammesse liste dei presidenti della Cdl alle prossime elezioni regionali: qualsiasi «deroga» a questo principio dovrà essere decisa, su proposta del partito di riferimento del candidato governatore, da un vertice ad hoc della Cdl. E' quanto sarebbe stato deciso oggi dal vertice della Cdl a Palazzo Chigi.
Sì alle liste di Francesco Storace nel Lazio e di Sandro Biasotti in Liguria; disco rosso, invece, per quelle di Roberto Formigoni in Lombardia e per Raffaele Fitto in Puglia: sarebbe questo l'orientamento emerso nel vertice della Cdl da poco conclusosi a Palazzo Chigi. Secondo quanto si è appreso, in questo disegno rientra anche il ritiro della candidatura al Pirellone del ministro Roberto Maroni da parte della Lega.
«La Cdl riafferma che la presentazione o l'aggregazione di liste comunque aggiuntive rispetto a quelle della coalizione di governo potrà realizzarsi solo con l'adesione di tutti i partiti della stessa Cdl». E' quanto afferma il comunicato diffuso al termine del vertice della Cdl sulle prossime regionali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione