Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 15:33

Bari al Mipim 2005

È la prima città del sud a partecipare alla più grande Fiera internazionale per lo sviluppo territoriale, immobiliare e imprenditoriale
MILANO - Bari è la prima città del sud Italia a partecipare al Mipim 2005, la più grande Fiera internazionale per lo sviluppo territoriale, immobiliare e imprenditoriale, che si terrà al Palais des Festivals di Cannes dall'8 all'11 marzo 2005. Nell'arco di quattro giorni, Mipim metterà a confronto città, decision makers, politici, investitori e utenti finali del mercato immobiliare e finanziario di tutto il mondo.
A partire dal 2001, molte città italiane hanno partecipato alla Fiera riunendosi nel padiglione loro dedicato, denominato «Italian Way». Roma, Milano, Genova, Torino, Bologna, Padova, Vicenza, insieme a Regioni, Camere di Commercio ed altri partner hanno presentato al Mipim progetti di sviluppo e di investimenti territoriali.
Quest'anno, anche la «Terra di Bari» scende in campo, con istituzioni e imprese che per la prima volta si presentano con logica di sistema integrato, per giocare la carta della progettualità e del confronto sulla scena internazionale.
La partecipazione del capoluogo pugliese al Mipim 2005, rappresenterà un'occasione unica per tecnici, imprenditori, amministratori e consulenti baresi di osservare come si lavora all'estero, come si attraggono investimenti, come si prevedono bisogni per favorire lo sviluppo del territorio.
A guidare il progetto «Bari al Mipim» sono in prima linea il sindaco Michele Emiliano e il presidente della Provincia, Vincenzo Divella, entrambi recentemente eletti, che hanno entusiasticamente aderito all'iniziativa, al di fuori di «logiche di parte» e nell'interesse esclusivo della Terra di Bari: in tale ottica, non è escluso ed anzi è auspicato l'appoggio e l'intervento della Regione, con il suo Presidente Raffaele Fitto.

All'iniziativa hanno finora aderito, oltre a Comune e Provincia, Assindustria, Consorzio Asi Bari - Modugno, Politecnico di Bari e Università di Bari, Sircom Real Estate, i Gruppi Matarrese e De Gennaro, Aries SpA e Impresa De Bartolomeo. Sono attese inoltre le risposte di Fiera del Levante, Seap, Autorità Portuale, Lum, ed altre Istituzioni e Imprese.
A curare per l'Italia l'organizzazione tecnico-logistica e i rapporti con Mipim è la società Gmprgroup di Bologna, in collaborazione con Rialp Spa, la prima società meridionale di consulenza multidisciplinare che si occupa della strategia e della presenza barese a Cannes, il cui presidente Fabrizio Lombardo Pijola ne è stato il promotore e fautore.
«Il Presidente Divella ed io - ha dichiarato Emiliano - abbiamo accettato subito la proposta di Gmpr e Rialp, trattandosi di una iniziativa di grande interesse per la nostra terra, che finalmente intende affacciarsi unita allo scenario internazionale: una vetrina, quella di Cannes, che ci consentirà di promuovere lo sviluppo attraverso un marketing territoriale integrato, mirato, consapevole ed intelligente?e perciò utile ed efficace».

Ancora più entusiasta, se possibile, è proprio Fabrizio Lombardo Pijola: « E' una grande soddisfazione che sia stato centrato un obiettivo così importante. Il Mipim è una vetrina mondiale, ma è anche un osservatorio. Considero questa una? «Battaglia di Cannes», in cui Bari e le sue migliori e propositive energie vanno alla conquista dell'Europa e non solo dell'Europa».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione