Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 06:05

Puglia, intesa per centri interculturali

Il protocollo sottoscritto tra Raffaele Fitto ed il prefetto di Bari l'11 gennaio. Coinvolti 14 comuni della provincia barese. Per l'inserimento dei cittadini non italiani
BARI - Viene sottoscritto tra il presidente della Regione Puglia, Raffaele Fitto, e il prefetto di Bari, Tommaso Blonda, un protocollo d'intesa per la realizzazione dei centri interculturali che favoriscano l'inserimento nella società, in condizioni di pari opportunità, dei cittadini non italiani, con tutela dell'identità linguistica, culturale e religiosa.
Il documento sarà sottoscritto l'11 gennaio prossimo; verrà siglato anche dal presidente della amministrazione provinciale di Bari, Vincenzo divella, dai sindaci di 14 comuni, da rappresentanti dell'Università di Bari, dal dirigente dell' ufficio scolastico regionale, da delegati di associazioni ed enti vari.
L'iniziativa - è detto in una nota - consentirà tra l'altro «modelli di raccordo interistituzionale per il miglioramento della qualità della vità, di fondamentale importanza per l' aumento dei livelli di sicurezza e per lo sviluppo armonico dell'intera società».
Le amministrazioni comunali, coinvolte a titolo sperimentale, sono state scelte - si precisa - in considerazione del numero degli immigrati residenti, dell'adesione ad analoghe iniziative e per avere già sottoscritto con la prefettura di Bari accordi di legalità e sicurezza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione