Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 22:16

Mola - Affonda peschereccio per il maltempo

A bordo c'erano tre marinai: due sono stati soccorsi dagli uomini della Capitaneria di porto, un terzo è caduto in mare, era dato per disperso ma si è salvato raggiungendo la riva a nuoto. Tutti sono in buone condizioni di salute
MOLA DI BARI (Bari) - Un peschereccio con tre persone a bordo è affondato questa sera al largo di Mola di Bari, qualche decina di chilometri a sud del capoluogo, a causa del maltempo e del mare agitato. Due pescatori sono stati tratti in salvo da personale della Capitaneria di porto, mentre un terzo caduto in mare è riuscito a salvarsi raggiungendo la riva a nuoto. Qui è stato soccorso da una pattuglia dei Carabinieri. È ora ricoverato in ospedale insieme con i suoi compagni. Le loro condizioni sono buone.
Il peschereccio affondato, "Dea del Mare", lungo 14 metri, stava tentando di fare rientro nel porto di Mola di Bari quando si è trovato in difficoltà per una avaria al motore a circa due miglia al largo. I marinai hanno lanciato un Sos che è stato raccolto da un altro peschereccio che era nella zona e che a sua volta lo ha rilanciato alla capitaneria di porto di Bari che ha mandato immediatamente due motovedette in mare.
Il forte vento proveniente da nord-est ha però sospinto in pochi minuti il peschereccio verso la costa fino a che l'imbarcazione è finita contro gli scogli affondando dove il mare è profondo circa tre metri. I tre uomini dell'equipaggio, tra cui erano il proprietario, Michele Giancaspro, di 46 anni, di Mola e il figlio Giacomo, sono riusciti a raggiungere a nuoto la riva e a mettersi in salvo. Due di loro sono stati soccorsi per primi dalle pattuglie che erano a terra, mentre il terzo, sospinto dalle onde qualche centinaio di metri più a sud, è stato individuato per ultimo. Nessuno di loro ha riportato ferite gravi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione