Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 00:03

Corato - Arrestato un padre-padrone

Un dodicenne corre dai Carabinieri e avvisa: «Papà sta picchiando mamma». È così finito in manette un quarantenne, sorpreso dai militari fra le mura della sua casa in centro a prendere a pugni e a a schiaffi la donna
CORATO - «Papà sta picchiando mamma». È stata questa la segnalazione di un ragazzino di dodici anni ai carabinieri di Corato. E sono stati i militari a fare irruzione e ad interrompere l'ennesimo litigio violento, nascosto tra i muri di un'abitazione in pieno centro cittadino.
Il marito-bruto, un 40enne già noto alle forze dell'ordine, A. T., alla vista dei militari ha minacciato di morte il figlio dodicenne ma non ha potuto evitare l'arresto. Deve rispondere dell'accusa di maltrattamenti in famiglia.
La vittima della sua violenza, la moglie coetanea che i carabinieri hanno accompagnato al pronto soccorso dove è stata medicata e ne avrà per almeno sette giorni.
Secondo quanto accertato dai carabinieri, il litigo, l'ennesimo, sarebbe scoppiato perché il marito violento accusava la moglie di aver disturbato il suo riposo serale. Dalle parole è passato alle mani: l'uomo ha colpito la moglie in pieno volto con schiaffi e pugni, procurandole alcuni ematomi. L'ennesimo violento litigio è avvenuto sotto gli occhi del figlio dodicenne che è uscito di casa ed è corso a chiedere aiuto ai carabinieri, mettendo fine a chi toglieva tranquillità a tutta la famiglia.
Paolo Pinnelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione