Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 00:28

A Capodanno festeggiamenti annullati o ridotti

Prime iniziative annunciate a Brindisi, Ostuni, Gallipoli, Bari e Potenza. Notte di San Silvestro più mesta in tutta Italia. Lanciata una serie di raccolte di fondi. Appello a non sprecare soldi per i «botti», ma a spenderli per gli aiuti umanitari • Così nel resto del mondo • Ma la solidarietà si muove lentamente
BRINDISI - Il sindaco di Brindisi Domenico Mennitti, durante la tradizionale conferenza stampa di fine anno, ha annunciato che l'Amministrazione comunale, dopo la tragedia del giorno di Santo Stefano che ha colpito le popolazioni del sud est asiatico, ha ritenuto di dover sospendere i festeggiamenti di fine anno. In particolare la festa in piazza prevista nell'ambito delle manifestazioni natalizie e che avrebbe dovuto svolgersi domani notte, è stata rimandata al 2 gennaio, quando contestualmente, grazie alla collaborazione della Caritas, verrà effettuata anche una raccolta di fondi da destinare alle popolazioni colpite dal terremoto. Un secondo appuntamento è previsto anche per il giorno dell'Epifania in piazza Mercato, con un programma di animazione e musica nel quale le iniziative di richiamo delle associazioni umanitarie si alterneranno all'estrazione pubblica di una lotteria i cui proventi sono destinati alla costituzione di un fondo destinato alle popolazioni disastrate. È inoltre da sottolineare che il sindaco rinuncerà all'indennità prevista per il primo cittadino nel mese in corso per destinare la somma in questione alle iniziative di solidarietà mentre i componenti della giunta comunale faranno un versamento volontario.

OSTUNI - «In questo clima tradizionalmente gioioso dei festeggiamenti di fine anno» spiegano il Sindaco di Ostuni, Domenico Tanzarella e l'assessore al Turismo, Antonio Indiano, «nel formulare gli auguri di un sereno anno nuovo ai cittadini e visitatori della Città Bianca, riteniamo doveroso volgere il pensiero e la solidarietà alle migliaia di vittime dell'immane catastrofe che ha sconvolto nei giorni scorsi il sud est asiatico provocando decine di migliaia di vittime.
Pertanto, invitiamo, tutti a partecipare alle numerose iniziative di cooperazione internazionale per gli aiuti umanitari. A tal proposito l'Amministrazione con in testa l'assessorato al Turismo, si sta attivando per erogare un contributo da destinare alle popolazioni colpite, che sarà stornato dai fondi stanziati in precedenza per la realizzazione delle iniziative promosse in occasione delle festività natalizie».
Intanto domani a partire dalle 22,30 e nel pomeriggio di sabato 1 gennaio Piazza Libertà si trasformerà in una grande discoteca all'aperto per aspettare e festeggiare il 2005.
«Cominciamo bene...» è il titolo della manifestazione organizzata dall'assessorato al Turismo del Comune di Ostuni e che cercherà di coinvolgere cittadini e ospiti nella classica festa di fine anno.
A mezzanotte e mezza ci sarà lo spettacolo dei fuochi pirotecnici che potranno essere visti dai consueti luoghi previsti durante le feste popolari.
Dopo lo spettacolo pirotecnico la musica riprenderà ad oltranza per salutare nel migliore dei modi il nuovo anno.
Il 1° gennaio, invece, l'assessorato al Turismo ha previsto uno spettacolo di gruppi locali che suoneranno a partire dalle ore 15 fino a notte inoltrata in una no stop musicale dal titolo: Capodanno in Piazza.

LECCE - Il Comune di Gallipoli ha deciso di annullare le manifestazioni organizzate per la notte di capodanno devolvendo tremila euro alla Caritas Italiana quale contributo alle popolazioni del Sud-Est asiatico colpite dal maremoto. Lo annuncia il sindaco della città, Giuseppe Venneri, secondo il quale «è davanti a tragedie come questa che le coscienze si svegliano e uomini e donne appartenenti ad ogni credo e convinzione sentono di doversi stringere in un unico, immenso abbraccio di solidarietà e condivisione.

BARI - Non più solo una festa, ma una occasione per avviare insieme una serie di azioni di solidarietà nei confronti dei Paesi asiatici colpiti dal maremoto. È con questo nuovo spirito che il Comune di Bari organizzerà domani sera la festa in piazza per il Capodanno 2005 già ridimensionata per destinare parte dei fondi alle popolazioni colpite dal cataclisma.
Lo ha annunciato il sindaco, Michele Emiliano, che nella tradizionale conferenza stampa di fine anno, con l'assessore alla cultura, Nicola Laforgia, ha lanciato l'invito ai baresi ad «esserci tutti» per contribuire al massimo alla raccolta di fondi.
Nella serata saranno raccolte le adesioni per le adozioni a distanza per i bambini orfani e sarà reso noto il numero di conto corrente per la raccolta dei fondi.
Già da stasera l'orchestra Kocani Orckestar percorrerà via Sparano e si fermerà in Piazza Ferrarese dove alle 21 ci sarà l'esibizione di gruppi di giovani artisti locali. Domani sotto la loggetta del Teatro Piccinni, la stessa orchestra si esibirà insieme agli artisti di strada.
Per il concerto previsto il primo gennaio nella sala Murat, l'assessore Laforgia ha annunciato di «essere in trattativa con qualche gruppo locale».

POTENZA - L'edizione del Capodanno a Potenza sarà un grande evento di solidarietà insieme alla Croce Rossa Italiana, in favore delle popolazioni del sud-est asiatico colpite dalla immane tragedia.
Il Sindaco Vito Santarsiero ha lanciato un appello affinché tutta la cittadinanza contribuisca ad aiutare le popolazioni colpite dal terribile evento calamitoso.
Durante lo spettacolo che si terrà in piazza Prefettura domani 31 dicembre a partire dalle ore 23 e nel corso del concerto di Capodanno che si terrà al Teatro Stabile il primo gennaio 2005 a partire dalle ore 12 sarà allestita una postazione per raccogliere fondi da devolvere, tramite la Croce Rossa Italiana alle comunità del sud-est asiatico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione