Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 03:00

Angelo Lazzari confermato da Pro Loco pugliesi

Eletto suo vice Rocco Lauciello di Bari. I delegati delle associazioni turistiche delle cinque province hanno rinnovato le proprie cariche sociali per il quadriennio sino al 2008
MONTEMESOLA (TA) - Il Consiglio regionale delle Pro Loco pugliesi, aderente all'Unione Nazionale delle pro Loco d'Italia (UNPLI), ha riconfermato al suo vertice Angelo Lazzari di Lecce ed eletto suo vice Rocco Lauciello di Bari.
I delegati delle associazioni turistiche delle cinque province hanno rinnovato le proprie cariche sociali per il quadriennio sino al 2008 nell'aula consigliare di Montemesola, cittadina divenuta famosa per la pluriennale organizzazione del Festival dei Baffi.
Durante la riunione sono stati dibattuti diversi argomenti riguardanti i programmi e le azioni da intraprendere nel corso del mandato delle associazioni di promozione turistica, che il più delle volte sono quelle che con le loro iniziative colmano il vuoto di iniziative promozionali delle singole territorialità.
Nel corso del Consiglio sono stati messi in rilievo i diversi aspetti, che vogliono significare risorse economiche, a sostegno delle attività delle Pro Loco.
«E' necessario - è stato affermato - che la Regione Puglia s'impegni a valorizzare i centri di Informazione ed Accoglienza Turistica (IAT), affidandoli alle Pro Loco. In molti comuni, infatti, essi sono attivi e gli organismi regionali dovrebbero affidarli alle associazioni turistiche locali, così come già avviene in gran parte d'Italia, e non demandarli ai Comuni, che non sempre riescono a farli funzionare al meglio».
L'occasione dell'elezione dei nuovi organi è stata utile anche per stilare un consuntivo dello stato di salute dell'importante comparto turistico pugliese.
«Il turismo - ha evidenziato il riconfermato presidente regionale, Angelo Larizza - è una risorsa economica importante per la Puglia, ma ciò non ha impedito che vi fossero state difficoltà nei rapporti dell'Unpli con i rappresentanti regionali, che hanno prodotto una scarsa disposizione delle risorse ad associazioni che svolgono la propria attività in regime di volontariato. Basti pensare che nel 1995 ci furono messi a disposizione dal bilancio regionale 200 milioni di lire ed oggi sono previsti solo 100 mila euro. Una somma che riteniamo esigua, riguardo alle sempre crescenti necessità per sviluppare il turismo, e che frena di fatto le attività associative. Ci attendiamo, al proposito, che l'assessore regionale Marcello Rollo dia seguito ai suoi impegni, tendenti ad incrementare gli stessi stanziamenti».
L'aspetto normativo, poi, che deve meglio regolamentare le attività delle Pro Loco pugliesi è stato un altro argomento su cui in Consiglio si è discusso a lungo.
«Ci aspettiamo - ha continuato Larizza - che la Regione Puglia vari al più presto la nuova legge che prevede un diverso rapporto tra le stesse Pro Loco e l'Ente regionale. Anche a questo proposito l'assessore Rollo si è impegnato, nel corso in un recente convegno, ad accelerare l'iter per l'approvazione della nuova legge, che migliori quella ormai obsoleta del 1997».
Paolo Lerario
lerariop@libero.it

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione