Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 04:07

Attenzione a discoteche illegali

Si stima che per salutare la fine del dell'anno saranno migliaia i giovani che affolleranno le discoteche e i locali, ma se i locali e l'organizzazione non è a norma i rischi possono essere mortali
TRANI - Un appello a non frequentare locali improvvisati e abusivi: lo ha lanciato i gestori dei locali da ballo che fanno capo al Silb di Puglia, il Sindacato italiano locali da ballo, che ha anche lanciato un appello alle forze dell'ordine per prevenire un fenomeno che mette a repentaglio la sicurezza e la vita stessa dei frequentatori.
L'allarme arriva in occasione del Capodanno. «Si stima, infatti, che per salutare la fine del dell'anno saranno migliaia i giovani che affolleranno le discoteche e i locali di pubblico spettacolo dopo i cenoni e le feste in piazza - spiega Nicola Pertuso, presidente del Silb Puglia - dichiariamo guerra ai locali abusivi dove mancano completamente le norme più elementari di sicurezza e dove è più facile consumare bevande alcoliche senza controllo».

«Circa quattro anni fa - ricorda Pertuso - abbiamo evitato una tragedia quando una nostra segnalazione ai vigili del fuoco evitò che una sperduta masseria nelle campagne del sud est barese si trasformasse in una tomba per centinaia di giovani che ballavano su un solaio che poteva cedere da un momento all'altro. Non vogliamo che si ripetano simili episodi e per questo invitiamo i giovani a frequentare solo locali sicuri e non improvvisati».
«Siamo di fronte a fenomeni di una sola notte e per cui manca l'esperienza necessaria per realizzare una serata danzante. Serate che vengono organizzate da giovani che sperano in un facile guadagno senza rendersi conto che tutto questo può essere molto pericoloso per loro e per i loro clienti. Molto di più di una corsa a folle velocità per tornare a casa».
Per questo il Silb Puglia ha chiesto alle forze dell'ordine un maggiore sforzo nei giorni che precedono il Capodanno per prevenire i fenomeni di abusivismo.
Paolo Pinnelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione