Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 11:31

Orsara di Puglia, il paese che diventa presepe

Il 26 dicembre e poi il 2 e 6 gennaio nella cittadina pugliese l'intera popolazione ricostruirà gli ambienti di mezzo secolo fa, trasformandosi in un unico grande presepe
ORSARA DI PUGLIA (FOGGIA) - Domani, domenica 26 dicembre, e poi, ancora, il 2 e il 6 gennaio, Orsara di Puglia diventerà un unico, grande presepe vivente ambientato negli anni '50. Donne, uomini, anziani e bambini, un intero paese, per tre giorni, ricostruiscono fedelmente gli ambienti di oltre mezzo secolo fa, riscoprendo l'atmosfera di quegli anni. E' così che rinascono i mestieri di un tempo, tornano i fabbri, i sarti, i calzolai. Le strade sono illuminate dalle torce, in un percorso di magia e suggestioni che portano alla rappresentazione della Natività, in una cantina scavata nella roccia. L'iniziativa, come da sette anni a questa parte, è organizzata dall'Anspi orsarese e patrocinata dal Comune di Orsara di Puglia.
Seguendo il cammino tracciato dalle torce che illuminano le vie del centro storico, per alcuni minuti - informa una nota del Comune pugliese - si può compiere un vero e proprio viaggio nel tempo alla riscoperta di un passato non troppo lontano. L'eco del fabbro, che batte il ferro rovente, accoglie e dà il benvenuto ai visitatori e questi potranno vedere come si prepara il formaggio, gustarne un po', entrare nelle case di alcune famiglie «anni '50» e vederle intorno al camino o al braciere mentre le donne ricamano e impastano. Più avanti, la vicina di casa prepara salsicce, mentre nella taverna si gioca a carte e si canta. E ancora altre case, altre botteghe di antichi mestieri. Fino alla Natività, rappresentata da una donna, un uomo e un bambino che ricordano la promessa dell'Eternità e la speranza di un futuro migliore.
Il paese che diventa presepe offre anche altri eventi in questo periodo natalizio. Il 27 dicembre, infatti, sarà aperta una mostra dei prodotti tipici dell'artigianato nell'aula consiliare del Comune di Orsara. Fino al giorno dell'Epifania, musica, cinema, animazione per anziani e bambini. Infine, il 6 gennaio, «Arriva la Befana», con distribuzione di caramelle e mandarini secondo l'antica tradizione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione