Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 10:55

Bari, nel 2004 meno reati e più repressione

Bilancio positivo per i carabinieri del comando provinciale di Bari. Complessivamente sono diminuiti i reati compiuti, compreso gli omicidi, ma è aumentata l'attività di repressione e prevenzione. 17 gli omicidi compiuti in tutta la provincia (l'anno scorso furono 25), di questi cinque a Bari e tutti legati alla criminalità organizzata
BARI - E' un bilancio positivo, per i carabinieri del comando provinciale di Bari, quello che accompagna la fine dell'anno perchè complessivamente sono diminuiti i reati compiuti, compreso gli omicidi, ma è aumentata l'attività di repressione e prevenzione. E' l'analisi fatta dal comandante provinciale, col.Sabino Cavaliere, che oggi ha illustrato ai giornalisti il tradizionale consuntivo di fine anno. Complessivamente, i reati perseguiti dai carabinieri sono stati 37.131 nel 2004 a fronte dei 41.710 dell'anno scorso; sono aumentati gli arresti (saliti a 2.494 contro i 2.327 del 2003), mentre le denunce sono state 10.756.
Nel 2004, inoltre, sono stati 17 gli omicidi compiuti in tutta la provincia (l'anno scorso furono 25), di questi cinque a Bari e tutti legati alla criminalità organizzata. Un dato che fa dire al col.Cavaliere che «Bari non è come Napoli». E' aumentato il numero di rapine ma anche il numero di quelle coperte. Il dato rilevante negativo è - ha detto Cavaliere - è quello del maggior coinvolgimento in questa attività della criminalità minorile. Sono diminuiti i furti e gli scippi mentre resta l'aspetto inquietante delle estorsioni, un reato particolare che non può essere perseguito senza la collaborazione delle vittime. E' aumentato lo smercio di droga (56 kg sequestrati) ma anche l'attività repressiva (303 arresti). C' è stato infine un aumento del traffici di armi ed esplosivi legati ai Balcani (119 armi sequestrate, e 790 chilogrammi di esplosivi).
Tra le operazioni principali contro la criminalità organizzata, vi sono quella quella eseguita a marzo con l'arresto di 75 affiliati del clan Capriati e l' operazione 'piramidè con l'esecuzione di 43 ordinanze di custodia cautelare. Ultima operazione è quella che il primo dicembre ha portato all' arresto di Michele Gallo (clan Parisi) per l' omicidio di Pasquale Crocitto compiuto nel 1991.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione