Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 23:09

Seviziata e uccisa a Melendugno, a giudizio agricoltore

Il gup di Lecce ha rinviato a giudizio Giovanni Camassa, l'agricoltore di Melendugno accusato di aver ucciso e seviziato il 26 ottobre 2002, la sua vicina di casa Angela Petrachi, 33 anni madre di due bambini
LECCE - Il gup di Lecce ha rinviato a giudizio Giovanni Camassa, l'agricoltore di Melendugno accusato di aver ucciso e seviziato il 26 ottobre 2002, la sua vicina di casa Angela Petrachi, 33 anni madre di due bambini. La decisione al termine di una lunga camera di consiglio. I legali difensori di Camassa, Antonio De Giorni e Carlo Taormina, avevano chiesto il proscioglimento o, in subordine, la scarcerazione per mancanza di indizi. Il processo, con un nuovo Pm, è stato fissato per il prossimo 10 febbraio in Corte d'assise a Lecce. Si tratta di un nuovo processo visto che quello cominciato lo scorso 26 aprile era stato annullato tre mesi dopo, su richiesta della difesa, per via della tardiva presentazione da parte della pubblica accusa di nuove prove a carico dell'imputato.
Angela Petrachi fu trovata morta e seviziata in un boschetto alla periferia di Melendugno nel novembre 2002, quindici giorni dopo la sua scomparsa. Camassa si è sempre dichiarato estraneo ai fatti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione