Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 03:02

Brindisi - Errico ritira le dimissioni

Il presidente della Provincia accetta l'invito della coalizione di centrosinistra. La sua decisione dopo che era saltata la costituzione di una società utile a 170 Lsu
BRINDISI - Su invito della coalizione di centrosinistra il presidente della provincia di Brindisi, Michele Errico, ha deciso che ritirerà nelle prossime ore le proprie dimissioni presentate nei giorni scorsi dopo che, nell' ultimo Consiglio provinciale, la maggioranza aveva contribuito, contro il suo parere, a rinviare una delibera sulla costituzione di una società per la stabilizzazione di 170 Lsu.
Il ritiro immediato delle dimissioni è stato chiesto dalla coalizione (Sdi, Ds, Margherita, Prc, Verdi e Italia dei valori) a conclusione di una riunione tenutasi oggi.
«L' incontro - si legge in una nota della Provincia - è servito a superare le incomprensioni che avevano causato la decisione del presidente Errico di rimettere il proprio mandato al Consiglio provinciale. Sarà lo stesso Consiglio provinciale, convocato per i prossimi giorni, ad accogliere la rinuncia delle dimissioni».
E' stato inoltre deciso che, in merito alla delibera che aveva provocato le dimissioni, sarà presentata in Consiglio provinciale, previo ulteriore approfondimento, una proposta che tenga conto degli impegni programmatici e delle sue previsioni, fondati prioritariamente sulla stabilizzazione degli Lsu».
La delibera ha come finalità la costituzione di una società a responsabilità limitata, con unico socio pubblico, per la stabilizzazione dei lavoratori socialmente utili e la gestione dei servizi di pertinenza dell'Ente. Di comune accordo, infine, il centrosinistra ha riaffermato il ruolo dei partiti e dei gruppi consiliari nelle scelte già assunte e in quelle da assumere da parte della Provincia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione