Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 18:41

Puglia - Arrestato assessore regionale Trasporti

Pietro Franzoso (Forza Italia) per ottenere voti avrebbe assunto presso un'azienda a lui riconducibile Pietro Soloperto, fratello di quelli che gli investigatori considerano i capiclan di San Marzano di San Giuseppe (Taranto). Lì risultò il più suffragato. • Nel 2003 denunciò intimidazioni
TORRICELLA (TARANTO) - L'assessore regionale pugliese ai trasporti Pietro Franzoso, di 54 anni, esponente di Forza Italia, è stato arrestato oggi dai carabinieri del Reparto operativo di Taranto. Franzoso è accusato di voto di scambio con il gruppo mafioso che sarebbe capeggiato dai fratelli Angelo e Sergio Soloperto. I carabinieri gli hanno notificato una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Lecce Enzo Taurino su richiesta del sostituto procuratore Lino Giorgio Bruno, della direzione distrettuale antimafia della stessa città. Franzoso, dopo l'arresto, è stato condotto nel carcere di Lecce.
Gli sono contestati i reati previsti dal testo unico sulla legge elettorale in riferimento alla sua elezione a consigliere regionale avvenuta il 16 aprile 2000 nelle liste di Forza Italia. Secondo l'accusa, per ottenere i voti, o comunque l'appoggio elettorale da parte del gruppo mafioso che, secondo gli investigatori, sarebbe capeggiato dai fratelli Angelo e Sergio Soloperto, Franzoso avrebbe promesso l'assunzione presso un'azienda a lui riconducibile di Pietro Soloperto. Questo è il fratello dei due presunti capiclan di San Marzano di San Giuseppe (Taranto). Reato che Franzoso, informa una nota dei carabinieri, avrebbe commesso «al fine di agevolare l'attività dell'associazione mafiosa».
Un mese dopo l'elezione di Pietro Franzoso a consigliere regionale pugliese, avvenuta il 16 aprile 2000, nell'azienda di Torricella (Taranto) a lui riconducibile che produce profilati in alluminio, la Iris, era stato assunto come manovale Pietro Soloperto.
L'inchiesta, che ha portato oggi all'arresto per voto di scambio dell'assessore regionale pugliese ai Trasporti, è stata condotta dalla Dda di Lecce.
Nel luglio scorso numerosi esponenti del clan Soloperto sono stati condannati in primo grado dal Tribunale di Taranto che ha riconosciuto la natura mafiosa dell'organizzazione.
Le indagini si sono avvalse di intercettazioni ambientali e dichiarazioni testimoniali raccolte dalla direzione distrettuale antimafia di Lecce.
Allo spoglio per le elezioni regionali del 16 aprile 2000 Franzoso risultò il candidato più suffragato a San Marzano di san Giuseppe (Taranto), riportando 929 preferenze su 5392 votanti. I voti complessivi ottenuti dalla lista di Forza Italia furono 1962.
FRANZOSO HA RASSEGNATO LE SUE DIMISSIONI
L' assessore regionale pugliese ai trasporti, Pietro Franzoso, ha rassegnato le dimissioni con una lettera al presidente della Regione, Raffaele Fitto. Ne dà notizia l'ufficio stampa del governatore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione