Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 20:16

Si dimette presidente Provincia di Brindisi

La decisione di Michele Errico dopo che è saltata in Consiglio la discussione sulla costituzione di una multiservizi a capitale pubblico che avrebbe favorito i lavoratori socialmente utili
BRINDISI - «Oggi si è consumata una pagina nerissima per la democrazia, si è dato il via ad una crisi politica di dimensioni enormi che non sappiamo quali sviluppi potrà avere». Questo il commento a caldo del presidente dell'amministrazione provinciale brindisina Michele Errico subito dopo aver annunciato in aula consiliare la decisione di dimettersi. A causare la scelta di Errico è stata la spaccatura della maggioranza sull'ordine del giorno per la costituzione di una società a responsabilità limitata, con unico socio pubblico, per la stabilizzazione dei lavoratori socialmente utili e la gestione dei servizi di pertinenza dell'Ente. In Consiglio si sarebbero dovuti approvare l'atto costitutivo e le norme di funzionamento. Pur essendoci stata una delibera di Giunta in tal senso, e quindi acquisita la volontà politica a procedere, non tutti i consiglieri della maggioranza si sono mostrati favorevoli nella discussione in aula. In particolarem perplessità sono state espresse tra le file dei Ds e della Margherita. E questo ha provocato l'immediata reazione del presidente Errico che ha annunciato le proprie dimissioni.
Sull'ipotesi di eventuali ripensamenti il presidente Errico ha dichiarato pubblicamente che la sua decisione era necessaria in quanto non poteva disattendere gli impegni assunti in campagna elettorale proprio in merito alla questione lavoro e alla stabilizzazione dei rapporti di precariato e, pertanto, modifiche di atteggiamenti possono essere attesi esclusivamente da tutte le forze politiche della maggioranza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione