Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 02:02

Foggia - Trovati morti due gemellini

Vivevano in una baracca in un quartiere degradato dietro il tribunale. L'allarme lanciato dalla madre dopo che i piccoli sono stati male dopo aver mangiato. I militari per ora non escludono alcuna ipotesi sulle cause del decesso • Sequestrati contenitori di latte • Nessun segno di violenza
Foggia - Trovati morti due gemellini FOGGIA - Si chiamavano Alessio e Antonio, i due gemelli di 4 mesi, trovati morti questa mattina dalla madre nella baracca in cui vivevano in via De Petra, alle spalle del Tribunale, alla periferia di Foggia. Sono ancora ignote le cause del decesso. L'allarme è stato dato dagli stessi genitori, la mamma che lavora per una ditta di pulizie e dal padre dipendente di un autolavaggio, alle 10,23 ai sanitari del 118 che, giunti sul posto, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dei due piccini. Poco dopo sono arrivate anche squadre speciali dei vigili del fuoco che con attrezzature particolari hanno verificato se all'interno dei locali, ci fosse ossido di carbonio. Dai primi rilievi sembra che gli investigatori non abbiano trovato alcuna traccia di gas pericolosi.
Secondo la prima ricostruzione, fornita dagli investigatori, sembra che la madre intorno alle 8 di questa mattina abbia dato da mangiare per l'ultima volta ai due piccini, e si sarebbe accorta che i due non respiravano più intorno alle 10.
I carabinieri del comando provinciale di Foggia che stanno indagando sull'accaduto, a coordinare le indagini è il sostituto procuratore Rosa Pensa, hanno sequestrato alcune confezioni di latte. I due gemellini venivano, infatti, nutriti già da qualche tempo con latte vaccino. I militari per ora non escludono alcuna ipotesi sulle cause del decesso e anche il medico legale degli Ospedali Riuniti di Foggia, Francesco Paolo Monreale, non si sbilancia.
DOMANI ACCERTAMENTI RIS
Carabinieri del Ris di Roma compieranno accertamenti domani nella casa in cui sono morti stamattina Antonio e Alessio, i gemellini di quattro mesi che vivevano nella baraccopoli di Foggia.
Lo si è appreso da fonti investigative che hanno precisato che gli accertamenti serviranno a completare le indagini sul decesso. L' abitazione della famiglia delle vittime è stata intanto posta sotto sequestro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione