Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 17:25

Presunto mafioso pugliese preso a Rio

Nereo Zanghi, 26 anni, era ricercato dall'Interpol italiana. Era già stato condannato in Italia per traffico internazionale di droga (soprattutto cocaina e ecstasy dall'Olanda) a 7 anni e mezzo di reclusione
RIO DE JANEIRO - Un presunto mafioso italiano, Nereo Zanghi, pugliese di 26 anni, è stato arrestato ieri mattina all'aeroporto internazionale di Rio de Janeiro. Lo ha annunciato oggi la polizia federale brasiliana.
Zanghi era ricercato dall'Interpol italiana da quando due anni fa era fuggito dall'Italia in Brasile mentre era in libertà vigilata.
Secondo la polizia brasiliana apparterrebbe alla Sacra Corona Unita. E' già stato condannato in Italia per traffico internazionale di droga (soprattutto cocaina e ecstasy dall'Olanda) a 7 anni e mezzo di reclusione dopo una retata di 35 narcotrafficanti.
E' stato arrestato ieri mattina nel momento esatto in cui, nell'aeroporto internazionale Tom Jobim, riceveva la sorella venuta a trovarlo dall'Italia. E' già stata richiesta la sua estradizione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione