Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 16:52

Lecce - Insegue ladri, muore CC

L'appuntato con un collega era in servizio e stavano cercando di sventare un furto di mobili. L'auto dove erano in pattuglia è uscita di strada nell'inseguimento
MAGLIE (LECCE) - In un incidente stradale occorso a una pattuglia di carabinieri impegnata nell' inseguimento di ladri, è morto nella notte un militare. La vittima è l' appuntato Michelino Vese, di 38 anni.
L'incidente è avvenuto nel Salento, su una strada secondaria che, dalla statale 274 Maglie-Leuca, conduce a Botrugno. Durante l'inseguimento, c'è stata anche una sparatoria tra i carabinieri e i ladri.
Vese - a quanto è stato reso noto per il momento - era con un commilitone, l'appuntato Giuseppe Festagallo, di 33 anni, a bordo di un'Alfa 156: i due militari inseguivano un camion carico di mobili che erano stati rubati poco prima a Bagnolo del Salento. Per motivi sui quali sono in corso accertamenti, Festagallo - che guidava la vettura - ha perso il controllo del mezzo, che è uscito di strada. Vese - a quanto si è saputo - è morto sul colpo, schiacciato dalla vettura.

Festagallo, che è di Potenza, è ricoverato nell'ospedale di Scorrano (Lecce), dove i medici lo hanno giudicato guaribile in una trentina di giorni.
L'incidente è avvenuto nei pressi della masseria Tresca, alla periferia di Botrugno, lungo la strada interpoderale che collega la statale Maglie-Leuca a Botrugno.
Secondo una prima ricostruzione fornita dai carabinieri, i militari avevano intercettato un autofurgone carico di mobili, che era stato segnalato alle pattuglie in servizio perché rubato poco prima a Bagnolo del Salento.
Il camion - sul quale c'erano due persone - era scortato da un' Audi A4. Alla vista della vettura dei carabinieri, gli occupanti della A4 hanno sparato colpi di pistola contro i militari, che hanno risposto al fuoco. Nessuno dei colpi - a quanto è stato reso noto - è andato a segno.
Nel corso dell'inseguimento la 156 è uscita fuori strada, dopo essersi ribaltata più volte si è schiantata contro un albero. Vese, che era il capopattuglia, è rimasto schiacciato e incastrato nell'autovettura: per liberare il suo corpo dalle lamiere è stato necessario l'intervento dei Vigili del fuoco di Maglie.
Dopo l'incidente occorso alla pattuglia, i malfattori hanno abbandonato il camion con a bordo la refurtiva e sono fuggiti, probabilmente tutti con la A4. Sono in corso posti di blocco e ricerche per rintracciarli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione