Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 20:57

Rapina - Presi padre e figlio, più Fantozzi che Lupin

Angelo Strambelli, di 57 anni, e Giovanni, di 28, entrambi con precedenti penali, sono stati arrestati perché accusati d'aver rapinato un anziano di 1.000 euro... brillando per «incapacità criminale»
BARI - Da aspiranti Arsenio Lupin il colpo l' avevano studiato a tavolino. Forse, l' avevano pure provato. Ma invece di seguire le gesta del loro astutissimo mito, hanno fatto la fine del disarmante Fantozzi. E' facile immaginare i consigli che il figlio ventottenne ha dato al padre di 57 anni su come strappare mille euro ad un vecchietto e su come fuggire, assieme a lui, in sella al loro motorino. Ma si sa: geni del crimine si nasce, non si diventa solo per comprare regali a Natale, a scapito di un anziano.
Così padre e figlio sono stati arrestati dalla polizia a Bari: nel mettere a segno il colpo sono stati tutt' altro che astuti. E hanno fatto una marea di errori. Il più buffo è stato quello di abbandonare nel cortile condominiale della vittima della rapina il loro motorino perchè il cancello automatico d' ingresso si era chiuso. Una beffa, è vero. Ma viene da chiedersi: quanto bisogna essere spregiudicati per compiere una rapina con un motorino di proprietà? Sicuramente tanto, visto che i nostri presunti rapinatori lo hanno fatto e dopo poco tempo sono pure tornati a riprendersi il mezzo a due ruote. Ovviamente ad attenderli, appostati nel cortile, c' erano i poliziotti che hanno prima bloccato il papà e poi il figlio.
I protagonisti del fattaccio sono Angelo Strambelli, di 57 anni, e suo figlio Giovanni, di 28, entrambi con precedenti penali, il secondo sorvegliato speciale.
Secondo una ricostruzione dell' accaduto fatta dalla polizia, i due Strambelli hanno seguito i movimenti di un uomo di 69 anni che aveva prelevato in un istituto di credito circa mille euro. Quando l' anziano è entrato nel cortile dove si affaccia il portone della sua abitazione, i due Strambelli lo hanno aggredito e si sono impossessati del danaro.
In quei frangenti però il cancello automatico d' accesso si è chiuso e gli Strambelli hanno dovuto abbandonare nel cortile il ciclomotore, su cui erano arrivati, intestato a uno dei due. Poco dopo Angelo Strambelli, accompagnato dalla moglie, è tornato per riprendere il ciclomotore ma è stato bloccato da agenti della polizia giunti dopo la denuncia presentata dall' anziano rapinato. L' uomo ha tentato subito di spiegare di essere estraneo ai fatti, ma gli agenti non gli hanno creduto, anche perchè la denuncia dell' anziano era molto circostanziata e, pare, supportata da riconoscimenti fotografici. Dopo l' arresto del 57/enne è stata la volta del figlio Giovanni che è stato rintracciato e bloccato.
Al contrario di Arsenio Lupin, nessuno dei due è riuscito a sfuggire alla terribile Zenigata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione