Cerca

Lunedì 22 Gennaio 2018 | 09:25

Bari - Ragazzo muore dopo un'iniezione

Il fatto è stato denunciato dai genitori del quindicenne, i quali intendono accertare se la morte sia stata causata da negligenza del personale del Giovanni XXIII
BARI - Un ragazzo di 15 anni di Alberobello (Bari) che era ricoverato nell'ospedale pediatrico Giovanni XXIII è morto nei giorni scorsi dopo una iniezione fattagli da un infermiere. Il fatto è stato denunciato alla polizia dai genitori del quindicenne, i quali intendono accertare se la morte sia stata causata da negligenza del personale del nosocomio.
Il ragazzo si era fatto male giocando a pallone e il 15 novembre era stato ricoverato nell'ospedale pediatrico barese. Il 18 novembre i medici lo sottoposero a un intervento chirurgico che durò circa quattro ore. La degenza post-operatoria non ha creato problemi al giovane paziente, tanto che il ragazzo aveva ripreso a camminare.
La mattina del 22 novembre, secondo quanto riportato nella denuncia, al quindicenne è stata fatta una iniezione. Trascorsa mezz'ora, intorno alle 10, il ragazzo ha avuto problemi respiratori diventando cianotico e a nulla sono valsi i tentativi di salvarlo compiuti dal personale ospedaliero.
I genitori del ragazzo, assistiti dall'avvocato Francesco Paolo Sisto, hanno sporto denuncia chiedendo di sapere che cosa abbia procurato l'improvvisa morte del loro figlio e se ci siano responsabilità da parte di chi lo aveva in cura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400