Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 12:17

Bari - Dimesso un ferito della sparatoria

Nell'agguato avvenuto ieri sera è stato ucciso Antonio Fanelli, con precedenti penali, ed è stato raggiunto da colpi di pistola un ragazzo di quindici anni che non è grave
BARI - E' stato dimesso dall'ospedale Luigi Martiradonna, di 21 anni, il pregiudicato ferito ieri sera nell'agguato avvenuto nel borgo antico di Bari nel quale è stato ucciso Antonio Fanelli, di 26 anni, con precedenti penali, ed è stata raggiunta da colpi di pistola un'altra persona, un ragazzo di quindici anni. Martiradonna era stato ferito in modo lieve ad un polpaccio.
Rimangono stazionarie le condizioni, che non sono preoccupanti, del quindicenne, raggiunto da due proiettili ad un fianco e ad un braccio.
Le tre vittime dell'agguato appartengono al clan Capriati ed erano in strada, a parlare, nel vicolo San Bartolomeo, ad una decina di metri dalla caserma dei carabinieri. A quanto sembra, i killer erano due, sembra con i volti coperti con passamontagna, e sono giunti sul posto a bordo di una motocicletta: hanno cominciato a sparare utilizzando una pistola, una calibro 9 per 21. A terra sono stati trovati una quindicina di bossoli. Le tre vittime dell'agguato hanno tentato di rifugiarsi in un portone, invano. Fanelli, raggiunto da tre colpi all'addome, è morto poco dopo, durante il trasporto in ospedale. I due feriti sono stati caricati in auto da una persona e trasportati in ospedale.
Il quindicenne rimasto ferito è lo stesso che tre anni fa fu bloccato dalle forze dell'ordine mentre, a bordo di un motorino, trasportava una pistola calibro 9, con la matricola cancellata ed un colpo in canna, che avrebbe dovuto consegnare ad un esponente del clan.
L'agguato di ieri sera nella città vecchia sarebbe da inserire nella guerra in corso tra clan rivali dei quartieri Libertà, Bari vecchia e San Girolamo. Indagini sono in corso da parte degli agenti della squadra mobile della questura di Bari, intervenuti ieri sera sul posto insieme con i carabinieri, che in nottata hanno ascoltato numerose persone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione