Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 04:07

Bari - Sparatoria nella città vecchia

Tre i colpiti, uno è morto per le gravi ferite. La vittima è il pregiudicato Antonio Fanelli, ritenuto un personaggio di spicco della criminalità barese
BARI - Hanno sparato per uccidere i killer che hanno compiuto l'agguato nel quale questa sera, nel borgo antico di Bari, è stato ucciso un pregiudicato e sono state ferite altre due persone, una delle quali, un quindicenne, noto alle forze dell'ordine. Gli aggressori - sembrerebbe due - sarebbero arrivati in via San Bartolomeo, a pochi metri dalla caserma dei carabinieri, a bordo di un motorino e avrebbero sparato contro i tre che erano fermi, in strada, una dozzina di colpi di pistola, una calibro 9 x 21.
Le tre vittime designate hanno tentato la fuga, rifugiandosi in uno stabile, dove, aperto il portone, non c'è un atrio, ma subito una scala. I tre si sono arrampicati, cercando una via di salvezza: Antonio Fanelli, di 26 anni, già ferito, è stato raggiunto da altri colpi ed è morto poco dopo, durante il trasporto in ospedale. L'altro pregiudicato, Luigi Martiradonna, di 21 anni, è stato ferito ad un piede; il quindicenne - secondo le prime informazioni, sarebbe stato colpito al torace e ad un braccio ma le sue condizioni non sembrano essere gravi.
Si è appreso, tra l'altro, che il quindicenne è lo stesso che tre anni fa fu bloccato dalle forze dell'ordine mentre, a bordo di un motorino trasportava una pistola calibro 9, con la matricola cancellata e un colpo in canna, che avrebbe dovuto consegnare ad un esponente del clan. L'agguato sarebbe da inserire nella guerra in corso tra clan rivali dei quartieri Libertà, Bari vecchia e San Girolamo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione