Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 15:06

Inaugurata la rassegna «Città del Libro»

Presentata a Campi Salentina, la decima edizione della rassegna nazionale degli editori 2004. I numerosi eventi avranno come filo conduttore «la comunicazione del terzo millennio»
LECCE - E' stata inaugurata stamani nell'aula magna dell'Istituto Tecnico Commerciale di Campi Salentina la «Città del Libro», rassegna nazionale degli editori 2004, che celebra la sua decima edizione. L'evento, che è stato organizzato dall'omonima «Fondazione Città del Libro», presenta un cartellone ricco di eventi, personaggi, approfondimenti, uniti dal medesimo filo conduttore: la comunicazione nel terzo millennio.
I cento incontri si terranno da oggi sino a domenica 28 novembre nella sede dell'Itc «Calasanzio», sede della seicentesca scuola dei Padri Scolopi, nell'Auditorium S.Francesco, che ospita una sezione dedicata al fumetto e ai più piccoli. Per l'occasione Radiorai ha allestito nella storica «Casa Spagnolo», una parte della mostra sugli ottant'anni della Radio in corso al Complesso del Vittoriano di Roma.
Nel suo intervento, il presidente della Regione Puglia, Raffaele Fitto, dopo avere constatato che «le quantità di risorse investite in cultura, che purtroppo sono assolutamente marginali, possono produrre dei risultati eccezionali», ha detto di «non pensare che si possa individuare uno sviluppo del territorio guardando solo alle infrastrutture, agli incentivi, e a questioni di questa rilevanza, che sono pure importanti». Ed in particolare, a proposito di quest'appuntamento, ha sottolineato che «la Regione sostiene fortemente da oltre 3 anni questa iniziativa, di rilievo regionale e non solo, avendo varcato i confini regionali». Per Fitto, infine, «investire in cultura in iniziative come queste, che sono finalizzate alla diffusione della lettura, si creano i presupposti per contribuire in modo notevole a predisporre un contesto sociale di miglioramento complessivo e soprattutto per avviare i programmi, che consentano a questo territorio di poter crescere in modo adeguato».
Ha concordato con Fitto, il presidente della Provincia di Lecce, Giovanni Pellegrino, che ha sottolineato: «Città del Libro è una delle iniziative culturali più importanti che si svolgono nell'intero Salento. Abbiamo un disegno di crescita territoriale che fa perno sulla cultura, è giusto che la provincia partecipi in una Fondazione, che affidando all'esterno la gestione dell'iniziativa, la renderà indifferente al mutare delle condizioni politiche del comune, della provincia, della regione».
Per Marcello Veneziani, presidente del comitato scientifico della «Fondazione Città del Libro», e consigliere d'amministrazione della Rai, che ha presentato il suo ultimo libro «I Vinti» edito da Mondadori, «occasioni di Città del libro, come quella di Campi Salentina, devono essere il pretesto per lanciare una campagna a favore della lettura, sia attraverso il contagio di mezzi pubblici, come la televisione, sia attraverso l'idea che si possa leggere in tutti i luoghi e non solo in casa. Io ho lanciato qui l'idea del libro d'asporto, perchè ritengo che si debba tentare di colmare il deficit di lettura del nostro Paese, portandosi un libro appresso in ogni occasione».


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione