Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 18:42

Turismo - In Puglia un progetto da 100 milioni

La giunta regionale ha approvato nel castello di Sannicandro di Bari il piano integrato settoriale "Itinerario turistico-culturale Normanno Svevo Angioino". Annunciati bandi per le strutture alberghiere e per la cultura
BARI - «Con l'approvazione di questo Pis (Progetto Integrato Settoriale) portiamo a termine un percorso molto complicato, basato sul confronto preventivo». Lo ha affermato il presidente della Regione Puglia, Raffaele Fitto, concludendo i lavori della Giunta Regionale, che si sono svolti nel "Castello" di Sannicandro di Bari, dedicati all'approvazione del Pis "Itinerario turistico-culturale Normanno Svevo Angioino".
«È un Pis importante - ha osservato Fitto - che ha una valenza di carattere regionale con delle opportunità che si sviluppano per 30 milioni di euro per i beni culturali e, collegato al resto del programma, un importo complessivo di 100 milioni di euro». «In questi tre anni, per il recupero e la fruizione dei beni culturali, abbiamo ottenuto una premialità europea di 350 milioni di euro», ha aggiunto.
«Questo Pis si inserisce nel programma di valorizzazione complessiva, intrapreso dalla Regione, per rafforzare - ha sottolineato - l'offerta turistica e per creare, nell'ambito del recupero e della valorizzazione dei beni culturali, una diversificazione della nostra offerta turistica». «La diversificazione è un aspetto fondamentale per la possibilità di creare condizioni favorevoli al rilancio del turismo».
«È il quinto Pis quello approvato oggi dalla Giunta Regionale - ha detto ancora Fitto - e consentirà sostanzialmente l'avvio complessivo dell'intera opportunità prevista all'interno del Pis, dato che le diverse misure previste nell'ambito dei Piani hanno visione comune su scala regionale e dopo l'approvazione odierna consentiranno la pubblicazione dei relativi bandi sulle diverse misure».
«Con la conclusione dell'iter di approvazione del Pis - ha detto poi Fitto - possiamo creare una forte rete di collaborazione tra gli Enti e dotare la Regione di un programma organico, basato sulla logica dei "subsistemi territoriali", in grado di esaltare le peculiarità dei territori». «Auguro - ha aggiunto - che il lavoro di concertazione e collaborazione svolto possa servire per il rilancio del turismo, diversificato sulla base delle peculiarità dei territori, e per una migliore fruizione dei beni architettonici e culturali della Puglia. La presenza e la partecipazione dei rappresentanti della sesta provincia pugliese sono ulteriore dimostrazione dell'organicità di questo Piano».
Ringraziando gli amministratori comunali e i rappresentanti delle Province, il presidente della Regione ha concluso: «Con le stesse modalità di promozione, che giudico molto positive, spero si riesca a valorizzare il territorio anche con il Piano di Sviluppo Regionale, di prossima approvazione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione