Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 08:21

Puglia, zuffa per la legge elettorale

La Giunta di centrodestra approva la procedura di urgenza per l'iter della nuova legge (previsto uno sbarramento al 5% per i partiti che vogliano avere rappresentanti in consiglio). L'opposizione insorge
BARI - E' finita durante la notte scorsa con una zuffa e con l'approvazione da parte della maggioranza di centrodestra della procedura di urgenza per l'iter della nuova legge elettorale la seduta di ieri del consiglio regionale della Puglia consistita, di fatto, in un braccio di ferro tra il presidente della Regione, Raffaele Fitto, sostenuto dalla maggioranza di centrodestra, e i gruppi dell'opposizione di centrosinistra.
Pomo della discordia, la procedura d'urgenza per l'esame della proposta di legge elettorale presentata dai capigruppo di Forza Italia, Lucio Tarquinio, dell'Udc, Mele, e di An, Oronzo Orlando. Tra le previsioni della legge, uno sbarramento al 5% per i partiti che vogliano avere propri rappresentanti in consiglio.
La procedura d'urgenza consente che la proposta di legge arrivi definitivamente in consiglio per l'approvazione entro la fine di gennaio prossimo, garantendone così l'applicazione per le prossime elezioni regionali. Per il centrosinistra, Fitto, pur di ottenere questo risultato è ricorso, con la sua maggioranza, a «forzature procedurali».
Dopo un lungo ostruzionismo, in fine di seduta, alcuni consiglieri di centrosinistra si sono scagliati contro il presidente di turno dell'assemblea, Leonardo Aloisi (Fi), difeso dalla maggioranza di centrodestra: è accaduto quando, pur essendo stato fissato alle 24 l'orario di conclusione della seduta, dal centrodestra è stata approvata una mozione che prolungava la seduta fino all'approvazione dell'argomento in discussione.
Lasciando l'aula i consiglieri di centrosinistra hanno annunciato che non torneranno in consiglio sino a che non sarà ripristinata «l'agibilità democratica».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione