Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 20:58

Liberate a San Severo due donne «schiave»

Una ragazza bulgara era stata comprata per 2.000 euro e la madre, dopo averla rintracciata, era rimasta «prigioniera». Scoperte dai carabinieri in un campo nomadi
FOGGIA - Avrebbero ridotto in schiavitù due donne bulgare di 52 e 16 anni. Con questa accusa due cittadini serbo-croati rispettivamente, di 46 e 20 anni, padre e figlio, sono stati fermati nei giorni scorsi dai carabinieri del Comando Provinciale di Foggia in esecuzione di un provvedimento emesso dal sostituto procuratore della Direzione Distrettuale Antimafia di Bari Lorenzo Lerario e convalidato ieri dal gip del Tribunale. Le indagini sono partite da una segnalazione ricevuta dalla Dna di Roma attivata a sua volta da una associazione con sede in Bulgaria che riferiva del presunto rapimento di una ragazza di 15 anni.
Quest'ultima sarebbe stata prelevata nella sua città di origine e trasportata in Italia per essere venduta ad alcuni sconosciuti della provincia di Foggia. I carabinieri hanno individuato un campo nomadi alle porte di San Severo, e dopo una serie di pedinamenti e appostamenti, hanno accertato la presenza di due donne bulgare. Il 17 novembre, alle prime luci del giorno, dopo aver circondato l'area, sono entrati in azione, identificando tutte le persone presenti, procedendo a una perquisizione delle roulotte e liberando le due vittime.
La ragazza era stata rapita nell'estate del 2003 mentre si trovava nella sua abitazione in Bulgaria. Poi era stata condotta a Napoli e qui venduta ai due fermati per la somma di 4mila Lev (la moneta bulgara), equivalente a 2mila euro. Di lì era stata trasportata a San Severo dove era tenuta segregata nell'accampamento. La madre 52enne, a questo punto, ha iniziato a cercarla disperatamente e l'ha raggiunta infine, dopo aver venduto ogni suo bene e abbandonato la famiglia. Anche lei, una volta giunta a San Severo, è rimasta prigioniera nel campo fino alla liberazione dei carabinieri. L'operazione è stata denominata «Sabina».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione