Cerca

Martedì 19 Settembre 2017 | 17:28

Lecce - Incendio in laboratorio, carbonizzata una donna

Il marito è rimasto intossicato nel tentativo di soccorrerla: è grave. L'incendio è scoppiato in un locale seminterrato, adibito a laboratorio di confezioni, in un palazzo di quattro piani alla periferia della città. Nessun pericolo per gli altri inquilini. Le fiamme si sono sviluppate forse per un corto circuito
LECCE - Una donna di 52 anni è la vittima di un incendio scoppiato nella tarda serata in un locale seminterrato, adibito a laboratorio di confezioni, in un palazzo di quattro piani alla periferia di Lecce. La donna, Rosaria Marsano, è morta carbonizzata; il marito, Franco Serino, di 60, è rimasto intossicato dal fumo ed è ricoverato in ospedale. Le sue condizioni sarebbero gravi.
A quanto si è saputo per il momento, gli abitanti dei dieci appartamenti dello stabile, che all'arrivo dei vigili erano stati fatti uscire dalle abitazioni per motivi precauzionali sono stati rientrare dopo alcuni controlli e dopo che le fiamme, rimaste circoscritte al seminterrato, erano state spente.
Sul posto, oltre ai vigili del fuoco, sono al lavoro polizia e carabinieri. Lo stabile è in via Smaldone, nei pressi di un centro sportivo Coni. E' stato confermato che, dopo un sopralluogo, sono stati esclusi problemi di agibilità dell'edificio.

Secondo una prima ricostruzione dell'accaduto, le fiamme si sono sviluppate nel laboratorio di sartoria seminterrato del quale erano titolari i coniugi Serino, probabilmente per un corto circuito. Rosaria Marsano, che col marito abitava al piano rialzato, nell'appartamento sovrastante il laboratorio, accortasi dell'incendio, è scesa a controllare quel che stava accadendo e, per cause non ancora chiarite, sarebbe rimasta intrappolata nel laboratorio: è stata così avvolta dalle fiamme ed è morta carbonizzata.
L'uomo frattanto ha tentato di dare aiuto alla moglie, ma senza riuscirvi: all'arrivo dei vigili del fuoco, nonostante fosse in cattive condizioni perché intossicato dal fumo, è stato lui stesso a segnalare che la donna era all'interno del laboratorio. I soccorritori, tuttavia, non sono riusciti ad entrare in tempo per portarle aiuto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione