Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 04:11

Crolla palazzina a Foggia otto morti e sei feriti

Distrutti interi nuclei familiari, il crollo avvenuto questa notte intorno alle 3,20 in via delle Frasche a Foggia.
Con tutta probabilità all'origine della tragedia potrebbe essere stata una fuga di gas avvenuta al piano inferiore.
• Sgomberate le case vicine
• Le vittime e i feriti
• Cinque anni fa la stessa tragedia in viale Giotto
Crolla palazzina a Foggia FOGGIA - Si scava a mani nude e si raccolgono i detriti con i secchi tra le macerie della palazzina di via Delle Frasche, a Foggia, crollata nel corso della notte, probabilmente per una fuga di gas. Vigili del fuoco, volontari della protezione civile, ma anche gente comune hanno formato una catena umana per rimuovere le macerie e tentare di raggiungere prima possibile le persone rimaste intrappolate sotto i detriti. Dall'ammasso di polvere e mattoni 8 sono stati i corpi delle vittime recuperati: padre, madre, i loro due figli, una ragazza di 17 anni e un bambino di 10, il nonno di 79 anni che viveva in una grotta sottostante la palazzina e un altro nucleo familiare. Dal locale interrato, dove l'uomo aveva una stufa a gas per riscaldarsi, potrebbe essere partita la fuga che ha provocato l'esplosione e ridotto in un cumulo di macerie l'edificio. L'esplosione ha distrutto la palazzina che si sviluppava su due piani e investito anche due edifici ad un piano adiacenti.
I soccorritori, che per tutta la notte hanno lavorato alla luce delle fotoelettriche installate dalla protezione civile sono riusciti ad estrarre dalle macerie e trarre in salvo 9 persone, due delle quali ferite gravemente. Restano incertezze sul numero dei dispersi che potrebbero essere tre o quattro.
Dai palazzi che si trovano attorno all'edificio crollato la gente svegliata di soprassalto è scesa per strada in pigiama. Tutti raccontano di avere sentito un boato fortissimo poco dopo le tre e di avere visto la palazzina crollare. I detriti, lanciati in tutte le direzioni dall'esplosione, hanno investito diversi edifici vicini. I calcinacci hanno in molti casi rotto le vetrate e fatto irruzione negli appartamenti. Mentre fuori si continua a scavare, la gente in pigiama cerca con scope e palette di liberare la propria abitazione dai calcinacci. Tutto attorno alla zona del crollo circoscritta da polizia,carabinieri e vigili urbani, cresce il numero di persone che si affollano, che vogliono notizie su amici e parenti o che sono li anche solo per curiosità. Un pensiero li accomuna tutti, e mentre si continua a scavare e a contare i morti e i feriti, la mente torna a 5 anni fa, quando alla stessa ora, in piena notte, un intero palazzo, molto più grande di questo, si ridusse in un ammasso di macerie nel giro di pochi secondi. Allora morirono 67 persone; era l'11 novembre del 1999. Solo 5 giorni fa a Foggia questo triste anniversario era stato ricordato e celebrato con commozione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione