Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 05:51

Prosciolti gli accusati della morte di Massimiliano Greco

Il 19enne militare catanese fu stroncato da aneurisma cardiaco il 6 luglio 2000 durante una dura esercitazione nella caserma Stella di Barletta. I medici non avrebbero saputo leggere i risultati di elettrocardiogrammi e radiografie
Tutti prosciolti gli 8 imputati accusati della morte di Massimiliano Greco, il 19enne militare catanese stroncato da aneurisma cardiaco il 6 luglio 2000 durante una dura esercitazione nella caserma Stella di Barletta. Il sostituto procuratore della Repubblica di Trani Luigi Scimè aveva chiesto il rinvio a giudizio di 8 persone accusate di concorso in omicidio colposo in quanto la malformazione cardiaca di Greco sarebbe stata facilmente diagnosticabile, ma i medici non avrebbero saputo leggere i risultati di elettrocardiogrammi e radiografie.
Greco fu dichiarato idoneo sia alla visita di leva compiuta al Maricentro di Taranto, sia con gli accertamenti del Centro Reclutamento della Guardia di Finanza di Roma dove il giovane aveva fatto domanda di arruolamento, anche se poi indossò la divisa dell'Esercito.
Sul banco degli imputati sedevano Angelo Mandurino, cardiologo convenzionato col Maricentro, Francesco D'Ambrosio, ufficiale medico dell'ospedale militare di Taranto, Giuseppe Placida e Claudio Bianchi, medici del Centro Reclutamento della Guardia di Finanza di Roma. Con loro anche i sanitari firmatari di quest'ultima cartella clinica: Mario Berardinelli, Giulio Cesare De Fina, Crescenzo Fasolino e Roberto Isabella.
Ma, a conclusione del giudizio abbreviato in cui è stata depositata un'altra consulenza medica, il Gup del Tribunale di Trani Teresa Giancaspro ha prosciolto tutti gli imputati "perché il fatto non sussiste". Nei prossimi giorni col deposito delle motivazioni il Pm Scimè valuterà l'eventuale proposizione dell'appello. Facoltà non concessa alla famiglia Greco, che nell'esercito ha anche un altro figlio, perché in primo grado non si è costituita parte civile.
Antonello Norscia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione