Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 10:13

Maltempo e allagamenti: in Puglia si contano i danni

Sembra esserci una pausa nell'ondata, con piogge, regione nelle ultime 48 ore provocando allagamenti, danni sia all'agricoltura che ad alcune abitazioni, alberi abbattuti e problemi al traffico. Gravi danni nella zona di Altamura e dei centri limitrofi sulla Murgia
BARI - Sembra esserci una pausa nell'ondata di maltempo, con piogge, nubifragi e perfino trombe d'aria che hanno flagellato la Puglia nelle ultime 48 ore provocando allagamenti, danni sia all'agricoltura che ad alcune abitazioni, alberi abbattuti e problemi al traffico. Nella notte la facciata di uno stabile disabitato è crollato, a causa di infiltrazioni di acqua piovana, a Rutigliano, non ci sono state conseguenze per le persone mentre alcune aute, parcheggiate nei pressi, sono rimaste danneggiate. Gravi danni si segnalano a causa di una tromba d'aria abbattutasi l'altra notte nella zona di Altamura e dei centri limitrofi sulla Murgia, problemi anche nell'entroterra nord barese con allagamenti sulle statali 96 e 98, ma anche alla periferia di Bitetto.
Sotto l'acqua anche il Salento, in particolare allagamenti sono segnalati nella zona di Nardò, Copertino e Gallipoli con alcune interruzioni stradali. Nel Tarantino il comune più colpito è quello di Castellaneta e la campagne tra Palagiano e Palagianello dove poco più di un anno fa si registrò una vera e propria inondazione. Nel Foggiano si sta lentamente tornando alla normalità dopo la giornata di ieri caratterizzata dal maltempo che ha messo in ginocchio gran parte della Capitanata. Vento forte superiore ai 70 chilometri all'ora anche a Foggia che ha provocato danni sopratutto in periferia dove sono stati oltre una ventina gli interventi dei vigili del fuoco del Comando Provinciale, intervenuti per alberi e tabelloni pubblicitari caduti al suolo. I danni maggiori sono stati registrati in provincia in particolare nella zona dell'Alto Tavoliere dove la pioggia battente ha fatto scivolare sulle strade provinciali fango e detriti rendendo la circolazione stradale alquanto pericolosa. Solo panico e nessun ferito ha provocato il cedimento del solaio della discoteca Histoire di Segezia, caduto a causa del forte vento. E' stata ripristinata la viabilità sulla statale 17, la strada che collega Foggia a Lucera e sulla 90 tra il capoluogo dauno e Benevento parzialmente chiuse a causa del fango che aveva invaso le carreggiate. Questa mattina, intanto, due ruspe dell'Anas sono al lavoro proprio sulla statale 90, all'altezza di Monte Calvello, nei pressi di Bovino e Orsara di Puglia, per liberare parte di strada invasa da tronchi d'albero e fango.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione