Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 20:44

Foto hard: denunciato hacker pugliese

Ha ricattato un'insegnante di 45 anni di Rovigo - conosciuta in chat - dopo averle rubato dal computer le immagini che la ritraevano in pose erotiche. Rischia 30 mesi
ROVIGO - L'ha pagato caro l'esibizionismo via internet un'insegnante rodigina di 45 anni, che dopo essersi pentita di aver diffuso per un po' di tempo alcune sue foto hard, ed averle ritirate dal circuito, si è vista ricattare a fini sessuali da un amico di chat, che la minacciava di rimetterle in rete. La vicenda si è chiusa con una denuncia da parte della donna, ed un procedimento giudiziario per il ricattatore, un pugliese di 35 anni, accusato di reati informatici e violenza sessuale.
Oggi, nell'incontro davanti al giudice per le indagini preliminari, l'uomo si è visto negare da parte del Pm di Rovigo, Sabrina Duò, il patteggiamento. Il magistrato ha chiesto invece di andare a processo, anticipando una richiesta di condanna di due anni e sei mesi, oltre ad un forte risarcimento per la donna.
Tutto era iniziato alcuni mesi fa, quando la donna, residente in un paese della provincia di Rovigo, aveva diffuso nelle chat a cui partecipava alcune sue immagini scattate durante rapporti sessuali. Era poi tornata sui propri passi, togliendo le foto dalla rete e salvandole nel proprio pc. Trovando una falla nel sistema di sicurezza del computer dell'insegnante, il 35enne hacker pugliese è riuscito a venire comunque in possesso delle foto. Così ha cominciato a ricattare la donna, minacciandola di far arrivare le immagini fino alla scuola dove insegnava se non avesse acconsentito a mimare degli atti sessuali tramite web cam. La donna dapprima ha ceduto, ma poi ha deciso di denunciare il ricattatore alle forze dell'ordine.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione