Domenica 22 Luglio 2018 | 07:18

Telecardiologia, successo in Puglia

Primi in Italia ad avere questo servizio. Ad un mese dall'attivazione, a Brindisi la sopravvivenza all'infarto è scesa allo 0,2%. Prima raggiungeva il 42%
Telecardiologia, successo in Puglia
BARI - La telecardiologia, fiore all'occhiello della sanità pugliese, dopo un solo mese dalla sua attivazione registra un successo a tutto campo.
I dati sono stati resi noti dal presidente Raffaele Fitto, durante un incontro tenuto in Regione.
«Primi in Italia ad avere questo servizio - dichiara - stiamo già avendo richieste di collaborazioni dal San Raffaele di Milano e dalla Regione Molise».
L'obiettivo è ridurre la mortalità per infarto, accorciando, talvolta saltando la fase di pre-ospedalizzazione (pronto soccorso ed esami d'accertamento), evitando i ricoveri impropri nonché inutili patemi d'animo per pazienti e parenti.
La telecardiologia è attiva su 134 ambulanze del servizio 118 (24 ore su 24), su tutto il territorio pugliese. Consiste nell'eseguire subito sul paziente un elettrocardiogramma che viene trasmesso a distanza (tramite telefono) ad uno specialista che in pochi minuti fornisce un consulto e un referto che, a sua volta, arriva in autoambulanza via fax o e-mail.
In questo modo si risparmia tempo, che nel caso del soccorso cardiologico significa salvare vite umane. Una diagnosi celere e accurata che verifichi (o escluda un attacco cardiaco), assicura cure tempestive e il trasporto del malato, solo quando è il caso, nel centro più idoneo.
Passando ai numeri: in un solo mese su 801 interventi sono stati riconosciuti subito i casi necessari di ricovero (251) e quelli che presentando patologie meno gravi non ne necessitavano. Si sono evitati così ben 550 ricoveri, con gran vantaggio per la spesa sanitaria (3-4 milioni di euro l'anno).
Le province che più hanno fruito di questo servizio sono Bari (33%) e Lecce (32%), seguono Taranto (15%), Foggia (14%) e Brindisi (6%).
In quest'ultimo capoluogo, la sopravvivenza all'infarto, dopo l'attivazione della telecardiologia è scesa allo 0,2% mentre prima raggiungeva il 42%.
Questo servizio salvavita è inserito nel programma Leonardo: un progetto che la Regione Puglia sta realizzando con un partner privato, ovvero l'azienda Pfizer.
Per tre anni collaboreranno insieme, al costo complessivo di due milioni di euro, per la realizzazione di quattro attività: oltre alla telecardiologia, è prevista la collaborazione con l'Ares (Agenzia regionale sanitaria pugliese) per individuare i migliori percorsi diagnostico-terapeutici per le patologie croniche; con la stessa si sta creando un'equipe regionale che disporrà linee guida diagnostico-terapeutiche per la depressione in bambini e adulti e, infine, verranno applicati metodologie e tecnologie innovative per la gestione, il monitoraggio e la misurazione dei processi assistenziali, nel campo delle patologie ad alto impatto socio-economico (diabete, ipertensione, artrosi…).
Stefania Lisena

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS