Cerca

Lunedì 22 Gennaio 2018 | 19:24

Foggia - Due immobili sequestrati per truffa all'Ue

Appartengono alla ditta «Zulli Ceramiche srl» di Foggia e sono stati sottoposti a sequestro preventivo da parte della Guardia di finanza. Le due costruzioni edificate su un terreno destinato a verde agricolo e destinate a depositi di mezzi e prodotti agricoli
FOGGIA - Due immobili della ditta «Zulli Ceramiche srl» di Foggia sono stati sottoposti a sequestro preventivo da parte della guardia di finanza su provvedimento emesso dal gip del Tribunale di Foggia Maria Rita Mancini, richiesto del pm inquirente, Giuseppe Gatti. Il legale responsabile della dittà, Tonino Zulli, di 57 anni, di Lanciano (Chieti), ed altre quattro persone sono state denunciate alla magistratura con l'accusa, a vario titolo, di violazione di numerose leggi urbanistiche ed edilizie nonchè di falso e truffa ai danni dello Stato e dell' Unione europea.
Le indagini, durate alcuni mesi, hanno permesso di appurare che i due immobili in località tratturo Campo Reale erano stati costruiti su un terreno destinato a verde agricolo ed erano destinati a depositi di mezzi e prodotti agricoli. Le costruzioni hanno potuto godere dei benefici circa l' esenzione del pagamento degli oneri di urbanizzazione. Gli immobili, in origine di proprietà di alcuni costruttori, sono stati in seguito acquistati dalla Zulli Ceramiche e quindi destinati, secondo gli investigatori, illecitamente ad uso commerciale. I passaggi proprietari hanno prodotto, secondo i militari, una serie di artifizi e false dichiarazioni in atti pubblici circa la destinazione d' uso degli immobili finalizzati all' ottenimenti di ulteriori contributi pubblici, per la realizzazione di nuovi impianti industriali e commerciali.
L' ammontare dei contributi illecitamente richiesti sarebbe di oltre un milione di euro, mentre la somma erogata finora sarebbe di 600mila euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400