Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 10:03

Un viaggio nelle aziende alimentari cercando la qualità

«Apertamente - Gusto chiaro» è il titolo dell'iniziativa della Federalimentare (organizzazione aderente a Confindustria): un viaggio nelle aziende alimentari pugliesi per far conoscere i segreti della qualità dei prodotti che arrivano sulle tavole dei consumatori
Si chiama «Apertamente - Gusto chiaro», il viaggio nelle aziende alimentari italiane voluto da Federalimentare (l'organizzazione aderente a Confindustria) per far conoscere i segreti della qualità dei prodotti che arrivano sulle tavole dei consumatori. Ed è proprio la sicurezza alimentare è uno degli scopi fondamentali dell'iniziativa: mostrare e dimostrare cioè i punti di forza del settore alimentare che vanno appunto dalla sicurezza alimentare, come pre-requisito indispensabile, alla scelta delle migliori materie prime presenti sul mercato, fino alla cura e genuinità della produzione.
In Puglia partecipano all'iniziativa,che si conclude il 13 novembre, per l'Associazione Italiana dell'Industria Olearia, la «Casa olearia italiana», stabilimento di Monopoli (BA) e la «olearia Desantis», stabilimento di Bitonto (BA). Per l'Associazione degli Industriali Mugnai e Pastai d'Italia, «Molini Tandoi Pellegrino», stabilimento di Corato (BA); in Basilicata, per la Federazione delle Industrie delle Acque Minerali, aderisce la «Monticchio Gaudianello», stabilimento di Melfi (PZ).
Per due giorni, quindi, l'11 ed il 12 novembre, l'iniziativa coinvolge anche gli impianti di Corato della "Molini Tandoi Pellegrino" una tra le aziende leader del polo molitorio e pastaio. Giovedì e venerdì prossimi lo stabilimento aprirà le porte a scolaresche, stampa, consumatori, rappresentanti delle associazioni
L'azienda coratina annuncerà anche, ufficialmente, i dettagli di un accordo di filiera concluso con i produttori cerealicoli baresi per la produzione di grano tenero, una coltura poco diffusa. «Il grano tenero così ottenuto sarà indispensabile per la produzione di prodotti da forno tra cui i tradizionali taralli pugliesi. Grazie all'accordo di filiera sarà coltivato, su di una superficie stimata in 4500 ettari, frumento tenero "biscottiero" le cui caratteristiche, tra cui la produttività molto elevata, l'ottima resistenza alle malattie e all'allattamento sono molto adatte alle aree cerealicole comprese tra Corato ed Altamura».

Paolo Pinnelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione