Domenica 22 Luglio 2018 | 20:18

6-7 novembre, a Bari «Passaparola», forum nazionale del libro e della promozione della lettura

BARI - «Dai presidi del gusto a quelli del libro. Nacque dalla battaglia di Slow Food per il Lardo di Colonnata, l'idea che anche per i libri si potessero creare condizioni per attivare il mercato, dar vita a quel meccanismo, come dice Luigi Einaudi, che mette in contatto domanda e offerta. Così sono sorti i presidi del libro». Lo ha ricordato l'editore Giuseppe Laterza, presidente dell'Associazione Presidi del libro, nel corso di 'Passaparolà, il Forum nazionale del libro e della promozione della lettura. L'incontro è organizzato dall'Associazione con l'Alto patronato della Presidenza della Repubblica e il patrocinio di associazione italiana biblioteche (Aib), associazione italiana editori (Aie), associazione librai italiani (Ali), Presidenza della Giunta regionale pugliese, Provincia di Bari, Comune, Biblioteca Santa Teresa dei Maschi e Compagnia di San Paolo.
«L'Italia è uno strano paese, si legge poco - ha detto Laterza - eppure ci sono quasi tre milioni di lettori 'fortì che leggono uno o più libri al mese. E si vanno diffondendo in ogni angolo dello stivale straordinarie esperienze di incontro legate al libro. Si può partire da qui per allargare la base dei lettori e fare tesoro di ciò che concretamente e con successo viene già fatto. Pensiamo alle esperienze del festival 'Il libro possibilè di Castellana Grotte, a 'Piccoli Lettori cresconò di Calimera, al presidio di San Giovanni Rotondo».
«La lettura è una passione contagiosa - ha aggiunto la coordinatrice del Forum, Marina Losappio, auspicando che questo forum diventi un appuntamento fisso - e il passaparola è il motore della promozione di un libro. Questa passione può avere ricadute più ampie sul mondo culturale e civile. E' il circolo virtuoso che i Presidi hanno creato mettendo insieme i lettori, organizzando festival, corsi di formazione per librai e incontri con gli autori nei castelli e nelle masserie».
L'assessore alle Culture del Comune di Bari, Nicola Laforgia, ha sottolineato infine l'importanza di un evento che a Bari riunisce operatori del settore e lettori. «Il tema della diffusione della lettura rientra perfettamente in quel percorso di crescita culturale della città avviato dalla giunta».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS