Cerca

Sabato 20 Gennaio 2018 | 04:19

Il sindaco di Taranto lascia Forza Italia

Rossana Di Bello, ha scritto al presidente del partito, Silvio Berlusconi, per annunciare la sua decisione. E ha parlato di «situazione di disagio»
TARANTO - Il sindaco di Taranto, Rossana Di Bello, ha scritto al presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, per annunciare che lascia il partito con il quale era stata eletta nelle elezioni comunali del 2000. L'annuncio è stato dato stasera.
«Negli ultimi anni Forza Italia, certamente non solo a Taranto - scrive il sindaco - ha subito radicali cambiamenti che hanno portato, chi in questi cambiamenti non si riconosce, a sentirsi più un peso che non una risorsa».
Di Bello scrive di una «situazione di disagio che potrebbe compromettere l' ingente lavoro che è stato svolto in questi anni per lo sviluppo e il rilancio della città». Di qui la decisione di lasciare Forza Italia nella convinzione che questa decisione «porterà chiarezza e serenità» nel partito. Nella lettera con cui comunica di lasciare Forza Italia, Rossana Di Bello scrive, tra l'altro, che «non prendere atto di tutto ciò può mettere in pericolo il patrimonio di idee, di entusiasmo, di condivisione di un progetto politico che molti di noi hanno conservato intatto pur non sentendosi rappresentati e a volte addirittura sentendosi indesiderati».
Nella veste di «rappresentante di tutta la coalizione di centrodestra a Taranto», la Di Bello afferma che è «un dovere» evitare che questa situazione abbia ripercussioni negative sul lavoro amministrativo svolto fino ad oggi. Ciò soprattutto in un momento in cui «tutte le energie devono essere profuse per la fase conclusiva del primo mandato e per la stesura del nuovo programma elettorale che avrà come obiettivo principale una Taranto sempre più protagonista nello scenario internazionale». Concludendo, Di Bello si dice convinta che la decisione di lasciare Forza Italia «darà a tutti coloro che non si riconoscono più in questo partito un punto di riferimento libero e indipendente e comunque al servizio di tutto il centrodestra».
Negli ultimi due consigli comunali sei dei 14 consiglieri «azzurri» (poi ridottisi a cinque dopo il «recupero» di uno di essi), al momento di discutere dei bilanci dell'Amiu (l'Azienda speciale di igiene urbana) o si sono allontanati dall'aula oppure non si sono presentati, facendo venir meno in una occasione il numero legale.
Rossana Di Bello lascia Forza Italia a sei mesi dalle elezioni comunali a cui, è già scontato, si candiderà nuovamente per la carica di primo cittadino. Non è escluso che il sindaco decida di presentarsi a questa competizione con una propria lista in cui convogliare esponenti del centrodestra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400