Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 00:28

Fanghi nel Barese, sequestrata discarica

A Castellana Grotte sversati abusivamente 400 quintali di fanghi su un'area di oltre 88.000 mq • Alta Murgia, sei denunce per violazione leggi parco
Fanghi nel Barese, sequestrata discarica
CASTELLANA GROTTE (BARI) - Un'area che si estende per oltre 88.000 metri quadrati nelle campagne di Castellana Grotte, nella quale erano stati sversati abusivamente circa 400 quintali di fanghi di probabile origine organica è stata sequestrata da militari della Guardia di finanza del Comando Provinciale di Bari in servizio presso la Compagnia di Monopoli.
L'area è stata individuata durante servizi di perlustrazione per il controllo del territorio e per contrastare traffici illeciti. I fanghi, sulla cui natura e provenienza sono in corso indagini, con molta probabilità - secondo gli investigatori - sarebbero stati poi smaltiti miscelandoli al terreno circostante.
Sulla stessa area è anche una porcilaia i cui liquami, per mezzo di una condotta sotterranea, dopo un percorso a cielo aperto, venivano fatti confluire in una fossa di circa 7 metri di diametro e andando così ad inquinare il sottosuolo, con grave rischio per le falde acquifere.
Il proprietario del terreno è stato denunciato. Proseguono le indagini per identificare chi abbia organizzato l'illecito traffico di rifiuti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione