Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 05:51

A Taranto gara di solidarietà per i bambini di Beslan

L'incontro di calcio si disputerà lunedì prossimo, 25 ottobre, con inizio alle 14.30, allo stadio Iacovone. La sfida sarà molto particolare perché gli "atleti" che si sfideranno saranno i rappresentanti del Parlamento italiano contro i loro colleghi della Duma russa. Presenti i ragazzi delle scuole che hanno aderito al progetto di scambio culturale Italia- Russia
TARANTO - Un ponte verso i bambini di Beslan, per non dimenticare e non far dimenticare il brutale eccidio terroristico nella regione russa dell'Ossezia, sarà il vero significato dell'incontro di calcio che si disputerà lunedì prossimo, 25 ottobre con inizio alle 14.30, allo stadio Iacovone di Taranto.
La sfida calcistica sarà molto particolare perché gli "atleti" che si sfideranno saranno i rappresentanti del Parlamento italiano contro i loro colleghi della Duma russa. L'iniziativa, che sarà anche a scopo benefico in quanto si è già avviata una raccolta di fondi in favore delle famiglie di quel tormentato paese, è stato voluta da Pier Ferdinando Casini, Presidente della Camera dei Deputati, a cui è nata l'idea nel corso del suo incontro a Chicago, l'11 settembre scorso, con Boris Gryzlov, presidente della Duma.
Questo gesto di solidarietà, «che non vuol essere un'occasione frivola - come ha spiegato Casini - non è puro divertimento, ma vuole essere un attestato di solidarietà, dopo la tragedia della scuola di Beslan, verso il popolo russo che ha sofferto per un terrorismo che non guarda in faccia a nessuno», ha trovato l'immediata adesione del Sindaco di Taranto, Rossana di Bello, e del suo vice, nonché parlamentare, Michele Tucci.
Lunedì prossimo, perciò, il catino dello Iacovone si aprirà con un gesto di alto significato simbolico dato dal lancio di 500 i palloncini colorati, tanti quanti i bambini ed i loro genitori ed insegnanti che a Beslan hanno perso la vita.
Intanto la gara di solidarietà, partita da Taranto, si è allargata anche al resto della Puglia perché al fianco del sindaco di Taranto ci saranno i sindaci di altri Comuni 25 pugliesi con i loro gonfaloni.
Nelle due tribune, che ospiteranno oltre 5.000, troveranno posto la nutrita, ma per ora riservata per motivi di sicurezza, la lista delle personalità fra le quali è trapelata solo la presenza dell'ambasciatore russo.
La presenza più numerosa e significativa, però, sarà quella degli studenti. Ad iniziare dai 700 bambini della Federazione giovanile calcio di Taranto e provincia che sfileranno in campo prima del calcio di via. L'organizzazione ha voluto riservare la prima fila i ragazzi delle scuole di Taranto che hanno aderito al progetto di scambio culturale Italia- Russia e che precederanno gli altri studenti, provenienti da tutta la provincia ionica per un totale di circa 10.500 scolari e per i quali è stato organizzato il più grosso trasporto mai verificatosi a Taranto.
L'importanza e l'interesse verso questa iniziativa di solidarietà che vedrà l'intera comunità ionica in prima fila, ha attratto anche mamma Rai. La rete ammiraglia televisiva ha predisposto, infatti, la diretta su Rai 1, condotta da Luca Giurato dalle 14,15 sino alle 16.
Gli "azzurri", che saranno incoraggiati da Federica Panicucci quale tifosa-promotional, giocheranno con i più attuali schemi tattici, avranno i loro "puntero" nello stesso Casini, Manlio Contento, sottosegretario all'Economia ed alle Finanze, in veste di capitano e il ministro Roberto Maroni e lo stesso Michele Tucci.
Top secret è ancora la formazione russa, che vedrà in Natasha Stephanenko una sua accanita sostenitrice, anche se l'ambasciatore Alexey Meshkov si è limitato a rendere noto che ci saranno deputati della Duma e senatori del Consiglio della Federazione.
All'evento parteciperà Claudio Baglioni, con una doppia esibizione alle ore 13.45 e dopo le 16, insieme alla cantante tarantina Mietta, Alessandro Greco e Beatrice Bocci.
L'avvenimento, dedicato interamente alla solidarietà, prevede l'ingresso gratuito ed una duplice possibilità di donazione a favore delle famiglie delle vittime ed ai feriti di Beslan. Si può contribuire con un versamento a "Taranto per Beslan", Banca Popolare di Puglia e Basilicata, Taranto, c/c 105740, Abi 05385, Cab 15805. All'intero dello stadio Jacovone, invece, la raccolta fondi si svolgerà attraverso grossi salvadanai in terracotta di Grottaglie (TA).
Paolo Lerario
lerariop@libero.it

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione