Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 20:55

Giovane brindisino travolto in autostrada

A Vasto, era sceso dall'auto dopo aver tamponato un camion per verificare l'incidente ma è travolto da un altro pugliese.
VASTO (CHIETI) - Sono state rese note oggi le generalità del giovane morto ieri notte investito sulla A/14 mentre constatava i danni di un tamponamento. La vittima si chiamava Stefano Di Totero, 27 anni, era nato a Mesagne e residente a Brindisi.
L'incidente è avvenuto in uno dei tratti più pericolosi dell'autostrada A/14 a circa un chilometro e mezzo di distanza dal casello di Vasto Sud. In quel momento nella zona vi era nebbia.
Stefano Di Totero, che rientrava dal Nord dove ogni settimana si recava per lavoro, stava tornando a casa a bordo di una «Fiat Coupé» condotta da Salvatore Del Monte (19), di Brindisi. La loro auto, al termine di un lungo tratto rettilineo aveva tamponato un tir. I due giovani erano scesi dall'auto mezzo per constatare i danni e si erano posti sulla corsia di emergenza. In particolare, Di Totero si era collocato vicino al guard rail laterale. Probabilmente a causa della scarsa visibilità e per l'eccessiva velocità, alcuni mezzi provenienti da nord sono finiti sui mezzi incidentati. Una «Peugeot 206», condotta da un altro giovane pugliese, A.T. (27), di Bitonto, è finita contro il guard rail investendo in pieno Stefano Di Totero.
Nell'impatto il giovane ha subito l'amputazione totale di una gamba ed è morto subito dopo per una inarrestabile emorragia. I medici del servizio «118», quando sono giunti sul posto, hanno potuto solo constatare il decesso. I mezzi rimasti coinvolti sono stati posti sotto sequestro dagli agenti della sottosezione di Vasto Sud della Polizia autostradale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione